COME STUFARE GLI SPINACI

Stufare un alimento significa cuocerlo lentamente, a pentola coperta e a fuoco basso o moderato.
Si tratta di una tecnica di cottura che utilizza la quantità di liquido strettamente necessaria alla cottura, in modo da non disperdere i nutrienti.
Pertanto, gli spinaci, dopo essere stati nettati e sciacquati ripetutamente per eliminare l’eventuale terriccio presente tra le foglie, vanno inseriti in un tegame con la sola acqua rimasta sulle foglie dopo l’ultimo risciacquo.

Non preoccuparsi se il volume dell’ortaggio occupa tutto il tegame, in quanto durante la cottura gli spinaci si afflosceranno.
Si procede, quindi, alla cottura dell’ortaggio che deve avvenire a fuoco basso e a tegame coperto per circa 5-10 minuti (dipende dalla quantità degli spinaci).
Durante tale periodo l’acqua presente nelle foglie andrà evaporando e gli spinaci si cuoceranno con il vapore acqueo, perdendo gran parte della loro massa.
Mescolarli di tanto in tanto ed insaporirli di sale solo a fine cottura.
A cottura ultimata, gustare gli spinaci al naturale condendoli con un filo d’olio oppure ripassarli in padella con una noce di burro.
In quest’ultimo caso, prima di ripassare gli spinaci in padella è necessario sgocciolarli pressandoli all’interno di un colino.
Infine, è opportuno aggiungere che gli spinaci stufati possono venire adoperati anche in altro modo, seguendo i dettami di quanto richiesto dalla ricetta da realizzare.

Potrebbero interessarti anche queste ricette:

NOTA:

La tecnica della stufatura può essere adoperata anche con gli spinaci surgelati, ai quali, se necessario, andranno aggiunti un paio di cucchiai d’acqua.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.