CALDARROSTE

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Potrebbero interessarti anche queste ricette:

1 kg di castagne.
Occorrente per la cottura:
una padella per caldarroste con grossi fori sul fondo e con un lungo manico.

PREPARAZIONE

Lasciare a bagno le castagne già incise per 1-2 ore in una bacinella colma di acqua fredda.
Trascorso il tempo indicato, controllare le castagne una ad una ed eliminare quelle che presentano un guscio rovinato o macchiato o che salgono a galla.
Scolare, poi, le castagne, asciugarle, quindi con un coltellino appuntito fare, in senso orizzontale, un taglio di circa 3 cm sulla parte bombata delle castagne, senza però incidere la polpa.
Il taglio, facilitando la fuoriuscita del vapore, eviterà che le castagne, sottoposte a calore, esplodano durante la cottura come dei pop corn.
Appoggiare su fuoco vivace uno spargifiamme e collocarvi sopra la padella.
Appena si riscalderà, accomodarvi le castagne in un unico strato e cuocerle a fiamma moderata per circa 15-25 minuti (dipende dalla pezzatura), girandole ad intervalli frequenti con un cucchiaio di legno.
Le Caldarroste saranno pronte quando la buccia apparirà bruciacchiata e, introducendo la punta di un coltello nella polpa, essa penetrerà facilmente.
A fine cottura, infatti, la polpa deve risultare morbida.
Prima di togliere le Caldarroste dal fuoco, assaggiarne una per verificare se la cottura è ottimale.
A cottura ultimata, consumare le Caldarroste ancora calde.
Per facilitare l’operazione dello sbucciamento, avvolgere le Caldarroste appena tolte dal fuoco per 5-10 minuti in un canovaccio umido.
La buccia disidratata dal fuoco tornerà a reidratarsi grazie all’umidità contenuta nella polpa.
Diventerà, pertanto, più facile sbucciare le Caldarroste, eliminare la pellicola fibrosa che le ricopre (tegumento) e gustarle.

AVVERTIMENTI

  • Incidere la buccia delle castagne con grande attenzione, poiché non è difficile tagliarsi.
  • Sorvegliare con attenzione la cottura delle castagne, in quanto esse tendono a bruciare rapidamente.
  • Tenere, infine, presente che a cottura ultimata le Caldarroste sono caldissime.
    Pertanto, è indispensabile maneggiarle con tutte le accortezze possibili.

NOTE

Le caldarroste vengono chiamate anche “castagne arrosto” o “castagne arrostite” .
Esse sono una delle preparazioni caratteristiche della stagione autunnale.
Purtroppo al giorno d’oggi è sempre più difficile vedere agli angoli delle vie i tradizionali venditori di caldarroste.
Quei pochi che ancora resistono si sono, però, nel tempo allontanati dalla preparazione tradizionale delle Caldarroste, che una volta venivano cotte in un braciere colmo di carboni ardenti ed oggi vengono arrostite su uno squallido fornello a gas.
È, dunque, più vicino alla tradizione cuocere in casa le castagne.
Un buon fuoco, qualche manciata di castagne ed un gruppo di amici diventeranno, allora, il modo migliore per celebrare l’inizio dell’autunno!

ETIMOLOGIA DEL TERMINE “CALDARROSTA”

Il termine “Caldarrosta”, usato quasi esclusivamente al plurale, è composto di “calda” e “arrosto”.
La parola nasce dall’invito che in tempi passati i venditori di castagne arrostite rivolgevano ai passanti, invitandoli a gustare le castagne da loro preparate.
“calde e arroste”.
Da “calde e arroste” è nato il termine “caldarroste”, di origine laziale.
Esso ha soppiantato le parole toscane “ballotta” e “bruciata” che indicavano lo stesso prodotto e cioè le castagne cotte con tutta la buccia sul fuoco.

SUGGERIMENTO

In mancanza dell’apposita padella per caldarroste, utilizzare una normale padella non antiaderente, avendo l’accortezza di tenerla leggermente sollevata rispetto alla fiamma e di mescolare le castagne di frequente.

COTTURE ALTERNATIVE

Praticata l’incisione sulla parte bombata delle castagne, è possibile cuocere le Caldarroste:

  • Al forno: disporre le castagne in un unico strato uniforme sulla placca spruzzata di acqua fredda.
    Cuocerle nel forno già caldo a 220°C e lasciarle arrostire per circa 20 minuti, mescolandole regolarmente.
  • Al barbecue: preparare un buon fuoco.
    Quando le braci cominciano ad essere meno vive, disporre le castagne sulla griglia posta al di sopra delle braci e lasciarle cuocere per circa 20 minuti, rigirandole ad intervalli regolari.
  • In entrambi i casi, tenere presente che i tempi di cottura sono puramente indicativi, in quanto dipendono dalla pezzatura delle castagne.

CONSERVAZIONE

Una volta cotte ed eliminata la buccia lignea esterna e il tegumento fibroso, le Caldarroste possono essere conservate in freezer per 5-6 mesi all’interno degli appositi sacchetti.
Devono, poi, essere scongelate a temperatura ambiente ed eventualmente scaldate al forno.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.