GELATO AL PUNCH

Il Gelato al Punch, è caratterizzato dall’armonico connubio tra il gusto agrumato dei limoni e delle arance ed il gusto di quella che è una tra le più antiche bevande conosciute in tutto il mondo: il tè.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

Potrebbero interessarti anche queste ricette:

INGREDIENTI

250 g di zucchero, 1 bustina di vanillina, 1 l d’acqua, 3 arance di Sicilia, 2 limoni di Sicilia, ½ l di tè assai forte.

PREPARAZIONE

In un tegame versate lo zucchero e la vanillina.
Unite l’acqua e fate bollire per 3 minuti.
Nel frattempo, con un pelapatate asportate la buccia degli agrumi e buttatela nello sciroppo bollente, ma tolto dal fuoco.
Lasciate le bucce in infusione per circa un’ora.
Unite, poi, il ed il succo delle tre arance e dei due limoni.
Mescolate con cura e filtrare il composto.
Lasciate raffreddare bene il composto, prima di versarlo nella gelatiera.
Seguite, poi, le istruzioni del fabbricante.

ETIMOLOGIA DEL TERMINE “PUNCH”

Punch è una parola di etimo incerto.
Sembra che il nome “Punch” derivi da pañca, una parola dell’antica lingua sanscrita (appartenente, come il greco e il latino alla famiglia delle lingue indoeuropee) che avrebbe come significato “cinque”.
La radice indoeuropea é uguale a quella che ritroviamo nel greco “pente” e nel latino “quinque”.
Infatti in origine era composta da cinque ingredienti (acqua, alcool, sciroppo di zucchero, buccia di arancia e/o di limone, aromi di varia natura).
La radice indoeuropea della parola sanscrita è uguale a quella che ritroviamo nel greco “pente” e nel latino “quinque”.
Per adattamento il termine “ponch” è diventato in italiano “pònce”.
La diffusione della bevanda, che generalmente viene consumata calda, è dovuta alla presenza degli inglesi in India, che restò sotto il dominio britannico dal 1876 al 1947.
Essi diffusero in tutta Europa la conoscenza del punch.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.