Caglio

Caglio
Il termine “Caglio” deriva dal latino “coagulum”, coagulo.
Il Caglio è una sostanza di origine animale o vegetale, che si utilizza per far cagliare il latte.
È, infatti, composta da enzimi coagulanti (chimosina e pepsina), capaci di provocare la coagulazione della caseina presente nel latte.
Il caglio animale si ricava dall’abomaso, che è lo stomaco di vitelli, capretti o agnelli.
Il caglio vegetale, utilizzato raramente, si ricava da una muffa o dal cardo selvatico.

« Torna al Dizionario Gastronomico

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Non ci sono commenti