GNOCCHI DI FIOCCHI DI PATATE AL RAGÙ

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

Per gli gnocchi:
8 cucchiai colmi di fiocchi di patate, 4 cucchiai moderatamente colmi di farina 00, sale, acqua.
Per il ragù:
300 g di polpa di manzo tritata, 200 g di polpa di maiale tritata, 2 salsicce spellate, 1,5 l di passata di pomodoro, 400 g di pomodori pelati a pezzettoni, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, 1 spicchio di aglio, una cipolla, basilico, ½ bicchiere di vino rosso, 2 uova, olio extravergine di oliva, sale, peperoncino.

PREPARAZIONE

Tritare finemente la cipolla e farla appassire assieme all’aglio in un tegame in cui è stato versato un po’ d’olio.
Unire le carni e farle rosolare bene, schiacciando i grumi con una forchetta.
Appena la carne è ben rosolata, sfumare con il vino rosso e fare evaporare l’alcool.
Aggiustare, quindi, di sale e di peperoncino ed unire la passata di pomodoro ed i pomodori pelati.
Se gradito, si può unire anche il concentrato di pomodoro, diluito in un dito d’acqua.
Mescolare bene e fare cuocere a fiamma bassa per circa 90 minuti o finché il ragù si sarà ben addensato.
Mescolare in una ciotola i fiocchi di patate con l’acqua a temperatura ambiente, il sale.
Fare intiepidire ed unire la farina.
Lavorare con le mani fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo, da cui ricavare dei cilindretti dello spessore di un dito.
Tagliare a pezzetti, infarinare e formare degli gnocchi, facendoli scorrere velocemente tra il pollice e il dorso di una forchetta.
Lessare gli gnocchi di patate in abbondante acqua salata.
Scolarli appena salgono a galla e condire con il ragù.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


2 Commenti
  1. Giorgio Candia ha scritto

    Il problema di alcune patate, comunque, è quello di avere troppa acqua nella loro consistenza; di conseguenza quando si impastano non legano uniformemente con la farina, ma creano i cosiddetti “grumi”, sicchè la preparazione diviene un po’ più dura. Le patate rosse calabresi della Sila , invece, hanno poca acqua sia per il fatto che viene coltivata ad un’altezza di 1000 m e più (patata di alta montagna), sia per la particolarità dello specifico tubero; quando la si impasta con la farina si lega perfettamente con essa senza formare grumi. Avrete così una consistenza di farina e patata in ugual misura, così da aver il vero gnocco di patate. Considerazioni analoghe possono farsi nelle preparazioni di gateau, purè, ed altri sfornati.
    E che dire se la patata rossa poi la si sperimenta come patata fritta?? Ammesso sempre che riusciate a mangiarla prima dei vostri figli.
    Giorgio Candia
    saporidellasibaritide

    1. FraGolosi ha scritto

      Grazie per le utili informazioni 🙂 A presto!

Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.