RISO CON LE FAVE SECCHE (MACCU)

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Potrebbero interessarti anche queste ricette:

400 g di riso, 300 g di fave secche sgusciate, una costa di sedano, 1 pomodoro maturo, 1 cipolla piccola, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

PREPARAZIONE

Mettere a bagno le fave per circa 12 ore, in modo da pulirle bene e da ammorbidirle per renderne successivamente più veloce la cottura.
Versarle in acqua fredda assieme alla cipolla tritata, al sedano sminuzzato e ad un pomodoro, precedentemente pelato.
Insaporire di sale, di pepe e lasciare cuocere per circa un’ora e mezza, schiacciando di tanto in tanto le fave con un cucchiaio di legno.
Quando le fave saranno cotte e ridotte in purea, allungare l’acqua di cottura e portarla nuovamente a bollore.
Aggiungere il riso e farlo cuocere rigirandolo quasi in continuazione con un cucchiaio di legno, in quanto il “macco” tende ad attaccarsi al fondo della pentola.
Aggiustarlo di sale e di pepe.
A cottura ultimata, il macco deve presentarsi piuttosto denso.
Distribuire il riso in quattro scodelle e condirlo con un filo d’olio crudo.
Servirlo subito.

NOTE E CONSIGLI

  • In dialetto siciliano questa pietanza viene chiamata Riso cu “maccu”(dal latino maccus).
    Si tratta di una variante della più conosciuta “Pasta cu maccu”.
  • L’origine di questa ricetta si perde nella notte dei tempi.
    Era, sicuramente, un piatto povero, caratterizzato dalla cottura delle fave in acqua, fino a ridurle in purea.
  • Il nome “macco” (in siciliano maccu) deriva dal tardo latino “maccare”, verbo che significa “schiacciare, ridurre in poltiglia (e, quindi, in purea)”.
    Probabilmente il verbo è collegato ad una maschera latina della commedia Atellana, il cui nome era “Maccus”.
    Costui rappresentava una tipologia di servitore perennemente affamato, dal volto bitorzoluto e dal ventre gonfio, che da molti viene considerato l’antenato di Pulcinella.
  • Per aromatizzare questo piatto, aggiungere finocchietto selvatico, ben lavato e nettato, sbollentato e tagliato a pezzetti.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


1 Commento
  1. Alfredo ha scritto

    Suggerisco di rileggere quanto scritto, prima di pubblicare… 😉

Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.