Anelli di Cipolla Fritti
Anelli di Cipolla Fritti
Vota!
0/5 (0 Voti)

Gli Anelli di Cipolla Fritti (Onion rings) sono preparati in pastella, ideale per gli amanti della cipolla e delle fritture.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per gli anelli:
2 cipolle tonde, bianche o rosse a proprio gusto, 100 g di farina 00, 1 uovo, 1 dl abbondante di latte preferibilmente intero,1 cucchiaino di lievito istantaneo, 1 pizzico di zucchero, 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Per la frittura:
olio di semi di arachidi.

PREPARAZIONE

Sbucciare le cipolle e rimuoverne le estremità.
Tagliarle in orizzontale a fette di circa ½ cm di spessore, poi separare con grande delicatezza gli anelli.
Mettere da parte le rondelle più piccole per utilizzarle in un’altra preparazione.
Immergere gli anelli in una ciotola contenente acqua fredda e lasciarli a bagno per circa 1 ora, cambiando l’acqua un paio di volte.
Nel frattempo, preparare la pastella.
Setacciare la farina assieme al lievito, unire lo zucchero e mettere il composto in una ciotola capiente.
Rompere l’uovo in un’altra ciotola e mescolarlo con una frusta.

Unire il latte e l’olio, insaporire di sale, di pepe, poi amalgamare gli ingredienti con la frusta.
Incorporare a filo il miscuglio liquido a quello secco, lavorando il composto con una frusta fino ad ottenere una pastella liscia, omogenea e, soprattutto, senza grumi.
Coprire la ciotola con la pellicola per alimenti, quindi metterla in un luogo fresco.
Lasciare riposare la pastella a temperatura ambiente da 30 a 60 minuti.
Trascorso il tempo di riposo degli anelli di cipolla, prelevarli delicatamente e metterli ad asciugare su un canovaccio assorbente, tamponandoli leggermente.

Successivamente, scaldare olio abbondante in una padella profonda fino a raggiungere la temperatura di 180°C.
In alternativa, scaldarlo in una friggitrice a 180°C .
Con l’aiuto di una pinza da cucina, immergere un anello alla volta nella pastella e lasciarlo sgocciolare per eliminare l’eccedenza di pastella.
Indi, friggere pochi pezzi alla volta nell’olio caldo per circa 1 minuto per lato o fino a quando diventeranno dorati.
Man mano che sono pronti, sollevarli delicatamente con una schiumarola e metterli via via a perdere l’unto su carta assorbente da cucina.
Ripetere le operazioni con il resto degli anelli.
Una volta pronti, verificare se occorre correggere di sale le rondelle.
Servire gli Anelli di cipolla fritti a proprio piacimento caldi, tiepidi o freddi.
Servirli al naturale oppure accompagnarli con ketchup, maionese, salsa barbecue, mostarda , salsa al chipotle o altro.

A PROPOSITO DEGLI ANELLI DI CIPOLLA FRITTI

Gli Anelli di cipolla in pastella sono una pietanza saporita e accattivante, adatta agli amanti dei fritti.
Si tratta di rondelle di cipolla, passate un una pastella leggermente densa e successivamente fritti.
Si preparano in poco tempo e senza grande impegno di lavoro.
Possono essere serviti come antipasto, come contorno a piatti a base di salumi e/o formaggi, di carne o pesce alla griglia.
Sono l’accompagnamento ideale per gli hamburger.
Si utilizzano, anche, per accompagnare un aperitivo rinforzato.
La preparazione è molto apprezzata negli Stati Uniti e nei paesi anglosassoni.
Si trovano comunemente, oltre che negli USA e nel Regno Unito, in Irlanda, in Australia, in Nuova Zelanda e in alcune parti dell’Asia e dell’Europa continentale
Gli anelli di cipolla fritti vengono anche chiamati “Onion rings”, considerato un piatto tipico da fast food.

VARIANTI

  • Alcuni chef separano il tuorlo dall’albume.
    Incorporano quest’ultimo, montato a neve ben ferma, delicatamente nella pastella già pronta.
  • Altri, invece, insaporiscono la pastella con spezie di loro gusto.
  • Altri ancora, per rendere ancora più croccanti gli anelli di cipolla, dopo averli immersi nella pastella, appena prima di friggerli li passano nel pangrattato.

QUALCHE NOTIZIA STORICA SUGLI ONION RINGS

Le origini degli Onion rings sono sconosciute.
Una ricetta relativa a “French fried Onion” apparve nel Middeleton, New York Daily Times il 13 gennaio del 1910.
Nei primi anni ’20 una catena di ristoranti, conosciuta con il nome di “Kirbys Pig Stand” si attribuì la paternità della ricetta.
Nel 1933 in una pubblicità presente sul The New York Times Magazine, apparve una ricetta relativa ad anelli di cipolla passati nel latte, infarinati e fritti.
A tutt’oggi il dibattito sulla paternità degli Onion rings è ancora aperto.

0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

2 Commenti

  1. GRAZIEEEEEE X QUESTA RICETTA M CHE VOGLIO FARE , IO HO LE IE CIPOLLE DELL’ORTO E SONO BUONISSIME , IMMAGINO COSI’ FATTE , CHE MERAVIGIA , UN ABBRACCIO AMICI , CIAO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here