POLPETTINE DI BORRAGINE

Le Polpettine di Borragine sono uno sfizioso e croccante antipasto facili da realizzare.
Il gusto delicato di questa pianta si sprigiona totalmente nelle polpette di borragine conferendo al piatto un gusto squisito che stupirà i vostri commensali.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per la preparazione:
1 kg di borragine, circa 100 g di pangrattato, 150 g di parmigiano grattugiato, 1 ciuffetto di basilico, 2 uova, sale e pepe.
Per la panatura:
pangrattato q.b.
Per friggere:
olio di semi di arachidi.

PREPARAZIONE

Lavare ed asciugare le foglie di basilico.
Pulire la borragine, separando le foglie dagli steli.
Di questi ultimi, scartare i più grossi e legnosi e dividere a pezzetti i più teneri.
Lavare accuratamente la borragine e lessarla in acqua bollente salata per circa 10-15 minuti.
A cottura ultimata, scolarla, farla raffreddare e tritarla finemente al coltello assieme alle foglie di basilico.
Versare il trito in una ciotola ed unire le uova sbattute, il parmigiano e il pangrattato.
Insaporire di sale, di pepe e mescolare accuratamente.

Se il composto dovesse risultare eccessivamente morbido, unire dell’altro pangrattato.
Formare delle polpettine leggermente schiacciate e passarle nel pangrattato.
Versare olio abbondante in una padella antiaderente e portarlo alla giusta temperatura.
Friggere poche polpettine alla volta, rigirandole in modo da dorarle uniformemente.
Metterle via via a perdere l’unto su carta assorbente da cucina.
Servirle calde.

NOTA

La borragine (Borago ufficialis) è una pianta erbacea, appartenente alla famiglia delle Boraginaceae, originaria probabilmente della Siria.
Ha fiori azzurri che vengono adoperati (freschi o canditi) per decorare torte o altre preparazioni dolciarie.
Ha foglie di forma ovale ellittica, lunghe tra i 10 e i 15 cm, la cui superficie è ricoperta da una ruvida peluria, che scompare durante la cottura.

Questa caratteristica particolare ha dato il nome alla pianta.
Infatti, il termine dal latino medievale “Borago”, che deriva dal latino “borus”, che significa, ispido, ruvido, pungente, lanoso, con chiaro riferimento alla “borra” che, nei tempi antichi, era la “lana grezza” di pecora con cui venivano confezionati i mantelli dei pastori.
Presso i Greci ed i Romani la borragine era considerata simbolo di coraggio.
Nell’antichità le si attribuivano anche proprietà che inducevano alla gioia e all’esuberanza.

CONSIGLIO:

Le polpettine di borragine si possono preparare in anticipo e, poi, scaldare al forno o al microonde.


VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO

Ricette e Consigli che potrebbero interessarti

Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.