STRASCINATI DI GRANO SARACENO

Gli Strascinati Strascinati di Grano Saraceno, pasta fresca, sono una preparazione della cucina Pugliese.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

250 g di farina di grano saraceno, 125 g di farina bianca, 1 cucchiaio di olio, circa 200 ml di acqua leggermente tiepida, sale.

PREPARAZIONE

Mescolare in una ciotola le due farine ed il sale, quindi versare il miscuglio sulla spianatoia.
Formare la classica fontana al centro della farina.
Versare, quindi, nella cavità l’olio e, gradatamente, l’acqua tiepida. Inizialmente raccogliere con una forchetta la farina che si trova lungo i bordi della farina.
Ottenuto un impasto poco omogeneo, iniziare a lavorarlo con le mani.
Continuare ad impastare per una quindicina di minuti, fino ad ottenere un impasto fino ad ottenere un impasto liscio, malleabile ed elastico.
Per non farlo asciugare, avvolgerlo nella pellicola alimentare.
Lasciarlo riposare da 30 a 60 minuti a temperatura ambiente.

Trascorso il tempo di riposo, staccare dei pezzi di pasta e formare dei cilindri di circa 1 cm di diametro.
Suddividerli in pezzi di 2 cm di lunghezza.
Schiacciare con due dita un pezzo di impasto alla volta, trascinandolo sulla spianatoia, in modo da assottigliarne la parte centrale.
Ripetere la stessa operazione per tutti gli strascinati, infarinandoli leggermente uno per uno, mano a mano che vengono preparati.
Adagiare, quindi, gli strascinati su un canovaccio infarinato e farli asciugare per almeno 2 ore, senza sovrapporli.

NOTA:

Gli strascinati sono un formato di pasta tipico della cucina pugliese e lucana.
Si tratta di una specie di orecchietta, grande ed aperta, preparata con farina di grano duro, acqua e sale.
La ricetta da noi suggerita prevede, però, l’utilizzo di farina di grano saraceno.
Il nome della pasta deriva dalla tecnica con cui viene realizzato il formato.
Il pezzettino d’impasto viene trascinato sulla spianatoia con un’energica pressione delle dita.
Si formerà una specie di orecchietta con il lato esterno reso liscio dallo strofinamento con il piano di lavoro e quello interno reso rugoso dalla pressione delle dita (e,quindi, adatto a trattenere il sugo).
La dimensione degli strascinati dipende dal quella del pezzetto d’impasto.
Quest’ultimo, a seconda delle zone, viene “strascinato” con due, tre, quattro ed anche otto dita (per strascinati di circa 12 cm).

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.