Stricchetti
Vota!
0/5 (0 Voti)

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

300 g di farina, 3 uova, 1 cucchiaio di olio, sale.

PREPARAZIONE

Disporre sulla spianatoia la farina a formare la classica fontana.
Unire un pizzico di sale e versare al centro della fontana l’olio e le uova precedentemente sbattute.
Cominciare a raccogliere la farina prima con una forchetta e, poi, con le mani.
Continuare ad impastare per un decina di minuti, fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico.
Stendere sottilmente la sfoglia con il matterello (dopo aver cosparso di farina la spianatoia) e, via via, girarla per allargarla.
Quando diventerà troppo larga per continuare a girarla, arrotolarla parzialmente sul matterello e rigirarla.
Tenere presente che la pasta si stende sempre dal centro verso l’esterno e che si lavora meglio quando è sottile.
Una volta ottenuto lo spessore desiderato (in genere 2 mm), ritagliarla in rettangoli larghi 4 cm e lunghi 5 cm.
Pizzicarli al centro, in modo da formare le classiche farfalle.
Ripetere la stessa operazione per tutte le farfalle, infarinandole leggermente una per una, mano a mano che vengono preparate.
Adagiare, quindi, gli stricchetti su un canovaccio infarinato e farli asciugare per almeno 1-2 ore, senza sovrapporli.

NOTE E CONSIGLI

  • In Emilia Romagna la pasta “farfalle” prende il nome di “stricchetti”.
  • Per dare agli stricchetti una forma ovale (e non rettangolare) vengono venduti appositi stampini.
  • Possono essere anche ricavati da pasta ritagliata in rombi.
  • Si possono preparare in dimensioni piccole (1 x 2 cm), adatte a minestre in brodo oppure in dimensioni più grandi ( 2 x 4 e 4 x 5 cm), adatte a preparazioni asciutte, soprattutto con sughi e ragù.
0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here