Come infarinare correttamente il pesce
Vota!
0/5 (0 Voti)

Alcuni dei consigli presenti provengono da suggerimenti tramandati da generazione in generazione, altri sono stati raccolti tramite un processo di “passaparola”.
Leggi il nostro consiglio su come infarinare correttamente il pesce.
Buona lettura!

Come infarinare correttamente il pesce:
Per prima cosa, scegliere quale farina utilizzare per l’infarinatura del pesce: bianca, di mais, di riso, di kamut, per metà di riso e per metà di maizena, etc.
Pulire il pesce, lavarlo ed asciugarlo.
Infarinarlo appena prima di friggerlo nell’olio bollente.
Infatti, un’infarinatura preparata in anticipo tende ad inumidirsi e, durante la frittura del pesce, si stacca dall’alimento.
Prima di immergere nell’olio il pesce, scuoterlo delicatamente per eliminare la farina in eccesso che farebbe annerire l’olio, danneggiando il gusto dell’alimento.
Un buon trucco, particolarmente indicato per la frittura di piccoli pesci o molluschi di piccola dimensione e/o tagliati ad anelli, è quello di mettere la farina in un sacchetto di carta.
Introdurre i pesci o i molluschi da infarinare, chiudere la busta e scuoterla ripetutamente.
La farina si attaccherà al cibo in modo uniforme.
Togliere l’alimento dal sacchetto, scuoterlo con delicatezza per eliminare la farina eccedente e passare immediatamente alla fase della frittura.
Un altro suggerimento consiste nel passare il pesce nella farina e, poi, posarlo dentro uno scolapasta.
Scuotere, quindi, quest’ultimo per eliminare la farina eccedente.
Procedere, poi, con la frittura.

0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here