CAPONATA AL FORNO

La Caponata al Forno è una deliziosa variante della classica caponata siciliana.
Ne risulta un ottimo contorno.
La Ricetta della caponata siciliana al forno, gli ingredienti e i consigli.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

2 peperoni rosso, 1 peperone giallo, 3 melanzane, 500 g di pomodori maturi per salsa, 1 grossa cipolla rossa, 100 g di olive bianche siciliane (in alternativa verdi o nere), 30 g di capperi sotto sale, 3 coste di sedano, 150 ml di aceto di vino rosso (3/4 di bicchiere), 2 cucchiai di zucchero, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

PREPARAZIONE

Per prima cosa, nettare le verdure.
Tagliare a metà i peperoni, eliminare i piccioli, i semi e i filamenti bianchi.
Lavarli, asciugarli e tagliarli a quadrotti.
Spuntare le melanzane e sbucciarle.
Tagliarle, nel senso della lunghezza, a fette di circa mezzo centimetro di spessore.
Sistemarle a strati in un grande ciotola, ricoprendole di acqua alla quale è stato aggiunto un pugnetto di sale.
Dopo 30 minuti circa, strizzare le fette di melanzane tra le mani per eliminare più acqua possibile.
Sciacquarle, asciugarle ulteriormente tra due canovacci, quindi tagliarle in tocchetti.
Lavare i pomodori, tagliarli a metà nel senso della lunghezza, eliminare i semi e l’acqua di vegetazione, poi tagliarli a cubetti.
Togliere la parte dura della base, rimuovere i filamenti più coriacei del sedano, quindi lavarlo passandolo sotto l’acqua corrente e tagliarlo a fettine.

Sciacquare ripetutamente i capperi in acqua fredda, quindi scolarli.
Sbucciare la cipolla, lavarla ed affettarla.
Denocciolare le olive, poi sminuzzarle.
Una volta pronti tutti gli ingredienti, passare alla preparazione della Caponata al forno.
Versare tutti gli ingredienti in una pirofila da forno, insaporirli di sale, di pepe e mescolarli con cura.
Bagnarli, poi con olio abbondante.
Lasciarli cuocere nel forno preriscaldato a 200°C per circa 35-40 minuti, mescolandoli durante la cottura almeno due volte.
A cottura quasi ultimata, bagnare la Caponata con il miscuglio di aceto e zucchero e completare la cottura.
Servire la Caponata a temperatura ambiente.

CAPONATA AL FORNO, ALCUNE NOTE

La Caponata al forno è una ricetta tipica Catanese.
Diffusa, pur se con varianti, in altre città siciliane, la Caponata è conosciuta in tutta l’area del Mediterraneo.
Nell’antichità la Caponata, accompagnata dal pane, era considerata un piatto unico, oggi viene consumata come antipasto o come contorno.
La ricetta da noi suggerita prevede la cottura al forno, ma la Caponata catanese classica viene fritta in padella.

ETIMOLOGIA DEL TERMINE “CAPONATA”

Esistono pareri contrastanti sull’etimologia della parola “caponata” e sulla sua origine.
Alcuni ipotizzano che il termine “caponata” potrebbe scaturire dal nome di un pesce (la lampuga), chiamato in siciliano “capone”.
Questo pesce veniva servito sulle mense dell’aristocrazia siciliana con una salsa agrodolce, che serviva ad ammorbidirne le carni pregiate, ma piuttosto asciutte.
Secondo tale ipotesi, in origine il pesce “capone” era uno degli ingredienti della preparazione, che era dunque un piatto “ricco”, che le classi meno abbienti non potevano permettersi di gustare.
Solo in un secondo momento, con la sostituzione del pesce con verdure, la pietanza sarebbe diventato un piatto “povero”.
Secondo altri, invece, il nome “caponata” deriverebbe dal latino “ caupona”, al plurale “cauponae”, nome con cui venivano chiamate a Roma le “taverne” frequentate dai pescatori.
Secondo tale ipotesi il termine” caponata “ indicherebbe un “cibo da taverna”.
Altri ancora ipotizzano che il termine “caponata” avrebbe origine dal nome di un biscotto, il “capon”, consumato dai marinai spagnoli.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.