Riso Nero alla Messinese
Riso Nero alla Messinese
Vota!
0/5 (0 Voti)

Il Riso Nero alla Messinese è un dolce tipicamente casalingo, che appartiene alla tradizione della città di Messina.
Non esiste in città e in tutto il territorio messinese famiglia che non tramandi di generazione in generazione la propria ricetta del dolce.
Nei tempi antichi, per tradizione, il riso nero veniva preparato in occasione della festa in onore di santa Lucia oppure durante le festività natalizie.
Ai giorni d’oggi nulla vieta che il dolce venga preparato in qualsivoglia occasione conviviale.
Gli ingredienti del riso nero dolce sono semplici e di facile reperimento: riso, latte, acqua, zucchero, cacao amaro, cioccolato fondente, cannella, scorza di arancia, vanillina.
Gli amanti del cioccolato apprezzeranno il sapore ineguagliabile del riso nero alla messinese, tanto da diventarne dipendenti.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per il riso nero dolce messinese: 500 g di riso comune della varietà originario, l l di latte parzialmente scremato, 250 ml di acqua (più altri 250 ml al bisogno), 175 g di zucchero semolato, 150 di mandole spellate, 1 bustina di vanillina, 1 cucchiaio di cannella in polvere, 50 g di cacao in polvere amaro, 150 g di cioccolato fondente grattugiato, scorza d’arancia grattugiata q.b., 1 pizzico di sale.
Per completare: cannella in polvere q.b.

PREPARAZIONE

Tostare le mandorle, disponendole per 10 minuti in un unico strato nel forno già caldo a 150°C e girandole almeno una volta.
In alternativa, tostarle a fuoco dolce in padella, rimescolandole finché non raggiungeranno una colorazione dorata.
Versare il latte e 250 ml di acqua in un tegame dal fondo spesso.
Mettere sul fuoco e portare il miscuglio a bollore.
Versare le mandorle e lasciarle sobbollire a fuoco dolce per 10 minuti.
Unire un pizzico di sale, la vanillina ed il riso (non lavato).
Lasciarlo cuocere a fiamma bassa, mescolandolo ad intervalli regolari, fino a quando il composto inizierà ad addensarsi.
Nel frattempo, setacciare il cacao amaro e grattugiare la scorza d’arancia.
In un pentolino sciogliere, a fuoco dolcissimo, il cacao amaro ed il cioccolato fondente assieme ad un po’ di latte (tolto in precedenza dalla quantità totale), mescolando il composto con una frusta.
Unire al riso lo zucchero e la crema di cacao e cioccolato fondente.

Rimestare dolcemente con la frusta, facendo attenzione a non formare grumi.
Aggiungere, poi, la cannella e la scorza d’arancia.
Lasciare cuocere per qualche altro minuto.
Se il riso dovesse risultare ancora duro, aggiungere l’acqua rimasta (250 ml), dopo averla riscaldata.
Proseguire la cottura fino a quando la componente liquida verrà assorbita dal riso.
A preparazione ultimata il riso nero alla messinese deve risultare cremoso.
Trasferirlo in un piatto da portata o in coppette individuali.
Spolverare il riso nero alla messinese con cannella in polvere.
Lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente e servirlo a fette (o nelle coppette monoporzione).

VARIANTI

  • Sostituire le mandorle con una uguale quantità di nocciole tostate, oppure utilizzare un trito grossolano di mandorle (75 g) e nocciole (75 g).
  • In alternativa, guarnire il riso nero alla messinese con granella di pistacchi.

RISO NERO MESSINESE, ALCUNE CURIOSITÀ

Molti messinesi ritengono che il riso nero sia un dolce votivo realizzato in onore della Madonna Nera del Santuario di Tindari, piccola frazione di Patti, in provincia di Messina.
La scultura lignea di origine bizantina, collocata all’interno del Santuario, raffigura una Madonna nera seduta in trono, mentre regge in grembo il Bambino Gesù.
Sotto il trono è visibile la scritta: Nigra Sum, Sed Formosa” , cioè ”Sono nera, ma formosa (nel senso di bella)”
Si crede che il colore nero della statua abbia ispirato la creazione di un dolce dello stesso colore: per l’appunto il “riso nero”.

0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here