Il Tikoy è un dessert di origine cinese, molto diffuso nelle Filippine.
È una torta a base di farina riso glutinoso, acqua e zucchero, che in Cina viene gustata per tradizione durante il capodanno cinese.
La torta è diventata un cult per i filippini, che hanno fatte propri molti costumi e tradizioni dei cinesi che alla fine del XIX secolo sono immigrati nelle Filippine dalla provincia di Fujian.
Come molti cibi cinesi, anche il Tikoy, chiamato in Cina Nián gāo, ha un significato di buon auspicio.
La parola “nian” significa anno e “gāo significa migliore.
Gustare il Nián gāo in occasione del capodanno cinese simboleggia vivere un anno di prosperità.
Il termine Tokoy probabilmente deriva dalla parota ti (dolce) e ke (torta) nella lingua hokkien del Fijian.
Significa, dunque, “torta dolce”.
La particolarità della torta è data dall’utilizzo del riso glutinoso, chiamato anche riso appiccicoso, estremamente popolare in Cina, ma poco conosciuto in Italia.
Questo cereale non contiene glutine.
Il chicco è sottile, allungato e di colore bianco.
Quando è cotto diventa appiccicoso in quanto contiene molto amido.
In Oriente viene adoperato soprattutto per preparare dolci e dessert.
Viene venduto nei negozi di specialità etniche orientali.

21 Ottobre 2020 /

Ricetta Tikoy

di FraGolosi

Categoria: Dolci

Tikoy Tikoy
  • Tempo di preparazione
    Tempo di Preparazione 10 min
  • Tempo di cottura
    Tempo di Cottura 60 min
  • Porzioni
    Porzioni 8
  • Difficoltà
    Difficoltà Facile
  • Costo
    Costo Basso
  • Cucina
    Cucina Filippina

Ricetta Tikoy

Controlla gli ingredienti, segui la Ricetta e.. Buon Appetito!

Ingredienti per 8 persone

    • 500 g di farina di riso glutinoso

    • 500 g di zucchero di canna o semolato

    • 1 cucchiaio di estratto di vaniglia (facoltativo)

    • 500 ml di acqua

    • olio per ungere

Tikoy Ricetta

Preparazione

Versare l’acqua in un pentolino ed unire lo zucchero.
Mescolare con una frusta e lasciare sobbollire a fuoco basso fino a quando lo zucchero si scioglierà perfettamente.
Lasciare raffreddare il miscuglio, quindi aggiungere l’estratto di vaniglia (facoltativo).
Versare la farina di riso glutinoso in un’altra boule e con una frusta incorporarvi a filo il miscuglio di acqua e zucchero.
In alternativa, utilizzare le fruste elettriche 2 minuti a velocità media e 2 minuti a velocità alta.
Lavorare gli ingredienti fino ad ottenere una pastella liscia.
La consistenza della pastella deve essere simile a quella del frappé.
Se dovessero persistere dei grumi, filtrare il composto attraverso un setaccio.
Ungere con olio il fondo ed i bordi uno stampo.
Versare la pastella nello stampo e distribuirlo in modo uniforme.

Il tradizionale Nián gāo è cotto al vapore, ma spesso nelle Filippine viene cotto in forno.
Qui di seguito riportiamo le due tecniche di cottura.

COTTURA A VAPORE
Preparare la vaporiera portando l’acqua a bollore.
Inserire lo stampo e coprirlo con un panno per evitare che il vapore acqueo ricada sulla pastella.
Cuocere il tikoy nella vaporiera per 30 minuti a fuoco alto.
Poi, abbassare leggermente la fiamma e proseguire la cottura per altri 30 minuti o fino a quando i bordi della torta si staccano dalle pareti dello stampo.
Durante la cottura, potrebbe essere necessario riempire nuovamente di acqua la vaporiera.

COTTURA AL FORNO
Preriscaldare il forno a 180°C.
Appena giunge a temperatura, inserire la teglia nel forno e lasciare cuocere per circa 45-50 minuti.
Fare la prova stecchino e, se necessario, prolungare la cottura di qualche altro minuto.

A cottura ultimata, il Tikoy appare ancora molto morbido.
Lasciarlo raffreddare completamente, poi coprire il Tikoy con la pellicola alimentare e metterlo in frigorifero per un’intera nottata, meglio ancora per 24 ore.
Trascorso il tempo indicato, sformare il Tikoy con l’ausilio di un coltello.
Il Tikoy può essere conservato a temperatura ambiente per 3 giorni.
Noi, però, consigliamo di conservarlo in frigorifero.
Prima di gustare il Tikoy, scaldarlo leggermente nella vaporiera o nel forno oppure nel microonde.

VARIANTE

Preparare una pastella aggiungendo 3 uova agli ingredienti su indicati. sostituire l’acqua con metà latte e metà latte di cocco.
Cuocere la torta in forno a 200°C per circa 45 minuti.
Dieci minuti prima del termine della cottura, versare sulla superficie del Tikoy 200 g di latte condensato.
Livellare e portare a cottura.

LA LEGGENDA ATTORNO AL TIKOY

Si racconta che il “dio della cucina” risiede in ogni casa cinese osservando il comportamento di ogni famiglia per tutto un anno.
Poi, prima del capodanno cinese, ritorna in paradiso e fa il rapporto annuale sulla famiglia.
Se il rapporto è negativo, la famiglia va incontro ad un anno sfortunato.
Per questo motivo ciascuna famiglia offre al dio una torta di riso appiccicoso.
Essa impedisce al dio di dire qualcosa di negativo sulla famiglia.

5/5 (1 Voto)

FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Cucinare è un piacere a cui non sappiamo rinunciare. Se vuoi saperne di più su come fare una ricetta piuttosto che un'altra questo è il posto giusto. Ricette originali, tradizionali e sfiziose. Condividiamo online le migliori ricette da preparare in casa e se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo.

Lascia un commento alla Ricetta Tikoy

Chiedici un approfondimento su come si fa, lasciaci un messaggio e se hai provato la ricetta facci sapere come è andata.

Vai su