Mannaia

Mannaia
Il nome deriva dal tardo latino “manuarius”, derivato di “manus” .
Ai tempi dell’antica Roma era una grossa scure, il cui lungo manico veniva sollevato con le due mani.
Ai giorno d’oggi la mannaia di cucina è un coltello di grandi dimensioni.
Presenta un robusto manico con impugnatura il legno, unito ad un’ampia lama di forma rettangolare o trapezoidale.
Viene adoperata in cucina per fare a pezzi la carne o i volatili e per rompere le ossa.
Nel linguaggio di cucina la mannaia viene chiamata spesso con il diminutivo “mannaietta, mannaiola”.

« Torna al Dizionario Gastronomico
VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Non ci sono commenti