Empanadas Venezuelane

Le empanadas venezuelane fanno parte del cibo tipico della gastronomia del Venezuela.
Si tratta di fagottini di farina di mais bianca, farciti con una preparazione a base di carne macinata e verdure (cipolle, pomodori, peperoni, etc.) ridotti in pezzetti minutissimi o in scaglie.
Una volta pronte, le empanadas venezuelane vengono fritte in olio abbondante.
I venezuelani consumano le empanadas calde o tiepide, sia come antipasto o come spuntino sia come piatto unico.
In quest’ultimo caso le accompagnano con un’insalata fresca o con una crema variamente condita a base di formaggio bianco o yogurt naturale.

07 Ottobre 2018

Ricetta Empanadas Venezuelane

di FraGolosi

Categoria: Pizze, Focacce e Rustici

Empanadas Venezuelane
  • Tempo di preparazione
    Tempo di Preparazione 45 min più tempo di riposo
  • Tempo di cottura
    Tempo di Cottura 50 min
  • Porzioni
    Porzioni 6
  • Difficoltà
    Difficoltà Media
  • Costo
    Costo Medio
  • Cucina
    Cucina Venezuelana

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

Per l’impasto: 500 g di farina di mais bianco precotta (P.A.N.), 1 cucchiaio di farina di grano,
acqua tiepida q.b.(circa 400-420 ml ), 1 cucchiaino di zucchero, 1 pizzico di curcuma per colorare (facoltativo), 2 cucchiaio di olio, 10 g di sale (o a piacere).
Per il ripieno: 500 g di polpa di manzo macinata, 1 cipolla, 2 spicchi d’aglio svestiti, ½ peperone rosso, 5 cucchiai di passata di pomodoro, 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale, pepe e peperoncino.
Per friggere: olio di semi di mais.

PREPARAZIONE DELLE EMPANADAS VENEZUELANE

REALIZZAZIONE DELL’IMPASTO
Sciogliere il sale nell’acqua tiepida.
Setacciare la farina e versarla in una ciotola, lasciandone da parte un po’ per lo spolvero.
Formare la classica fontana ed inserire nella cavità il sale, lo zucchero, un po’ d’acqua e la curcuma (facoltativo) che serve a dare colore all’impasto.
Iniziare ad incorporare con una forchetta la farina che si trova sui bordi della fontana.
Aggiungere l’olio e versare lentamente l’acqua, continuando a mescolare con un cucchiaio di legno.
La quantità d’acqua suggerita è puramente indicativa, in quanto dipende dalla capacità di assorbenza della farina.
Trasferire l’impasto sulla spianatoia infarinata.
Iniziare ad impastare a piene mani, lavorando la massa per circa 10 minuti o fino ad ottenere una pasta morbida, elastica e non appiccicosa.
Formare una palla e trasferirla in una ciotola unta d’olio.
Coprirla con un canovaccio di cotone e lasciarla riposare in frigorifero per circa un’ora, in modo che il glutine si distenda.

REALIZZAZIONE DEL RIPIENO PER EMPANADAS
Sciacquare il peperone e dividerlo a metà.
Eliminare i semi ed i filamenti bianchi interni, quindi ridurre una delle due metà del peperone in cubetti minutissimi.
Utilizzare il peperone rimasto per un’altra pietanza.
Sbucciare la cipolla, lavarla e affettarla finemente.
Svestire gli spicchi d’aglio, sciacquarli e tritarli finemente.
Scaldare 4 cucchiai d’olio in un tegame e lasciarvi rosolare la cipolla e i cubetti di peperone.
Unire gli spicchi d’aglio e lasciare insaporire per 5 minuti.
Aggiungere la carne macinata e farla rosolare con cura, schiacciando i grumi con una forchetta.
Insaporire di sale, di pepe e di peperoncino, quindi unire la passata di pomodoro che serve solo per colorare la carne.
Mescolare con un cucchiaio di legno e lasciare cuocere a fuoco medio fino ad ottenere un ripieno quasi asciutto.
Occorreranno all’incirca 10-15 minuti.

MODELLAMENTO DELLE EMPANADAS
Trascorso il tempo indicato, estrarre la pasta per empanadas dal frigorifero e lasciarla riposare a temperatura ambiente per 15 minuti.
Trasferire la pasta sulla spianatoia infarinata, impastarla per un paio di minuti, poi dividerla in circa 15-16 porzioni uguali.
Con il matterello o con le dita inumidite stendere ed appiattire ogni porzione fino a formare un disco di circa 2-3 mm di spessore e di circa 10-12 cm di diametro.
Mettere al centro di ciascun cerchio un cucchiaio di ripieno, senza però eccedere per evitare che le empanadas si aprano durante la frittura.
È, dunque, indispensabile lasciare 2-3 cm di pasta libera attorno al ripieno.
Con un pennello intriso d’acqua inumidire il bordo della pasta.
Chiudere le empanadas venezuelane a mezzaluna, pressando i bordi in modo da sigillarli perfettamente, cosicché la farcia non fuoriesca durante la frittura.

FINITURA DEL PIATTO
Riscaldare olio abbondante in una padella.
Raggiunta la temperatura di 170°C, friggere nell’olio caldo poche empanadas venezuelane alla volta, rigirandole fino a quando diventeranno dorate.
La frittura serve solo a cuocere e dorare l’involucro esterno, giacché il ripieno è già cotto.
A frittura ultimata, estrarre le empanadas venezuelane con una schiumarola forata e metterle a perdere l’unto su carta assorbente da cucina.
Lasciarle riposare per qualche minuto.
A proprio gusto, servire le empanadas venezuelane calde o tiepide

NOTA SULLA FARINA

La farina (in lingua spagnola “harina”) P.A. N.( (Producto Alimenticio Nacional) è la farina di mais bianca precotta più consumata in Venezuela, in Colombia e in Argentina.
Si può acquistare nei negozi specializzati in alimenti etnici o negli ipermercati più forniti oppure on line.
Con la farina P.A.N. si prepara l’impasto per preparare piatti venezuelani e colombiani come le “Arepas”, Lo “Hallacas” o i “Bollos”.
In mancanza della farina P.A.N, adoperare una farina di mais similare.


FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Condividiamo online le migliori ricette dei piatti che prepariamo in casa giornalmente. Se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo :-)

Lascia un commento alla ricetta

La Newsletter di FraGolosi

Ricetta del Giorno

Vai su