Pidoni Siciliani

    I pidoni siciliani sono un prodotto tipico della rosticceria siciliana.
    Vengono farciti con scarola, acciughe e scamorza, poi vengono fritti e serviti immediatamente.

    INGREDIENTI PER 4-6 PERSONE

    Per l’impasto:
    ½ Kg di farina, 3 cucchiai di olio o 50 g di margarina, un pizzichino di sale, ½ bicchiere di vino (bianco o rosso), acqua q. b.
    Per il ripieno:
    500 g di Insalata Scarola Riccia (indivia), 200 g di scamorza, pepe nero macinato, 50 g di acciughe diliscate, olio extravergine di oliva, sale.
    Per friggere:
    olio di arachide per friggere.

    PREPARAZIONE

    Versare la farina, mescolata al sale, a fontana sulla spianatoia o su una superficie di lavoro possibilmente di marmo.
    Versare nel centro l’olio e il vino ed incominciare ad incorporare gli ingredienti aiutandosi con i polpastrelli delle dita.
    Aggiungere a poco a poco l’acqua che l’impasto richiede, fino a poter lavorare l’impasto a piene mani.
    Tenere presente che la pasta deve restare piuttosto dura e non attaccare alle mani.
    Fare riposare l’impasto per il tempo necessario a tagliare a cubetti il formaggio e sminuzzare in piccoli pezzi la scarola riccia.
    Disporre quest’ultima in una ciotola e condirla con olio, sale e pepe.
    Formare dei panetti di uguale peso.

    Con il matterello spianare (sulla spianatoia spolverata di farina) ciascun panetto fino a ridurlo ad una sfoglia di 2/3 mm circa di spessore.
    Mettere al centro di ogni sfoglia un po’ di formaggio, di scarola e un paio di pezzettini di acciuga.
    Ricoprire a mezzaluna e sigillare bene i bordi pressando con i rebbi di una forchetta.
    L’operazione va ripetuta per tutti i restanti panetti.
    Friggere in abbondante olio di semi bollente fino alla doratura.

    VARIANTI

    • I pidoni possono essere riempiti con ingredienti a piacere, per esempio, mortadella e formaggio, prosciutto cotto, funghi, pomodoro e mozzarella…
    • Si possono utilizzare vari tipi di formaggio: pasta filata, caciocavallo, pepato fresco, tuma, mozzarella…
      Quest’ultima, però, deve essere asciugata bene, prima di essere tagliata a dadini.

    CURIOSITA’:
    Pidoni in dialetto siciliano: “Pitoni”.

    Vota la Ricetta!
    0/5 (0 Voti)

    Ti piace FraGolosi? Pubblica una Recensione sulla Pagina Facebook



    1 commento

    1. “piduni” in dialetto no pitone quest’ultimo è il serpente, erroneamente lo si scrive, forse per italianizzarlo, ma non esiste traduzione letterale.
      è piu idoneo, in italiano, calzone.

    LASCIA UN COMMENTO ALLA RICETTA

    Please enter your comment!
    Please enter your name here