La Pizza con Prosciutto, Scamorza e Cipollina è una delle innumerevoli varianti di questo prodotto gastronomico originario della cucina campana, che ha reso la cucina italiana famosa nel mondo.
L’impasto della pizza è realizzato con un’impastatrice, ma nulla vieta che venga lavorato a mano.
Dopo la prima lievitazione, l’impasto viene diviso in quattro porzioni e lasciato lievitare ancora una volta, prima di procedere con la cottura della base e la successiva farcitura.
La pizza che vi suggeriamo viene condita con prosciutto cotto, scamorza, cipollina fresca, olive taggiasche e basilico.
È, dunque una pizza “Bianca”.

12 Febbraio 2022 / Aggiornata il 14 Febbraio 2022

Ricetta Pizza con Prosciutto Scamorza e Cipollina

di FraGolosi

Categoria: Pizze, Focacce e Rustici

Tempo totale: 35 min

Pizza con prosciutto scamorza e cipollina Pizza con prosciutto scamorza e cipollina
  • Tempo di preparazione
    Tempo di Preparazione 20 min più tempi di lievitazione
  • Tempo di cottura
    Tempo di Cottura 15 min
  • Porzioni
    Porzioni 4
  • Difficoltà
    Difficoltà Facile
  • Costo
    Costo Basso
  • Cucina
    Cucina Italiana

Pizza con Prosciutto Scamorza e Cipollina: Ricetta di FraGolosi

Ingredienti, Preparazione passo passo e Consigli



Scopri altre buonissime ricette in queste raccolte:

PizzeSfiziRicette con CipolleRicette con Prosciutto CottoRicette con Scamorza

INGREDIENTI PER 4 PIZZE

  • Per l’impasto:

    • 680 g di farina di media forza per pizza

    • 5 g di lievito di birra fresco

    • 4 g di zucchero

    • circa 400 ml di acqua a temperatura ambiente

    • 30 ml di olio extravergine d’oliva

    • 12 g di sale fino

  • Per condire:

Come preparare la Pizza con Prosciutto Scamorza e Cipollina

Preparazione

Inserire l’acqua, il lievito sbriciolato e lo zucchero nella ciotola di un’impastatrice munita di gancio.
Azionare l’impastatrice a velocità bassa per qualche secondo, in modo da sciogliere sia lo zucchero che il lievito.
Senza spegnere l’apparecchio, portarlo a velocità media ed aggiungere 100 g di farina.
Successivamente, unire l’olio, il sale e in tre riprese la farina rimasta.
Considerare che la quantità d’acqua è indicativa, perché il suo assorbimento dipende dalle caratteristiche della farina.
Pertanto, in base alla consistenza troppo morbida o troppo asciutta dell’impasto, in corso d’opera potrebbe essere necessario diminuire o aumentare la quantità della farina o dell’acqua.

Lavorare l’impasto a velocità media per circa 10-15 minuti, fino a quando la massa “si incorda”, ovvero si attorciglia attorno al gancio, staccandosi dalle pareti.
Ottenuto un impasto compatto e morbido che non si attacca alla ciotola, trasferirlo
sulla spianatoia infarinata e lavorarlo a piene mani, facendo delle pieghe.
Non aggiungere altra farina perché la massa diventerebbe dura.

Formare un panetto e trasferirlo in una ciotola leggermente unta d’olio.
Coprire la ciotola con la pellicola alimentare e metterla nel forno spento, con la luce accesa.
Lasciare lievitare per circa 5 ore (anche di più se è possibile) o fino a quando triplicherà di volume.

A lievitazione completata, dividere l’impasto in 4 porzioni.
Ungere di olio 4 teglie tonde dai bordi bassi e trasferire in ciascuna di esse una porzione d’impasto.
Stendere l’impasto con le mani e lasciare lievitare per un’ora, in modo che il glutine si rilassi.

Trascorso il tempo della seconda lievitazione, l’impasto diventa più lavorabile.
Stendere nuovamente l’impasto fino a raggiungere i bordi della teglia.
Lo spessore ottimale è di circa ½ centimetro, con il bordo esterno (chiamato cornicione) leggermente più alto.
Procedere con la stessa tecnica per realizzare le altre tre pizze.

Circa 30 minuti prima di infornare le pizze, preriscaldare il forno alla massima temperatura (circa 250°C), in modalità statica.
Se si utilizza la modalità ventilato, preriscaldare il forno a 230°C.

Cuocere una pizza alla volta.
Ecco come procedere.
Dividere gli ingredienti della farcitura in 4 porzioni.
Ungere la prima pizza con olio ed insaporirla moderatamente di sale.
Sistemarla vicino al fondo del forno, giacché deve cuocere più sotto che sopra.
Dopo 10 minuti, alzare il fondo della pizza per vedere se è cotto e dorato.
Se la parte inferiore della pizza è cotta, abbassare la temperatura del forno a 200°C ed estrarre la pizza dal forno.
Condire la pizza velocemente distribuendo sul fondo, in successione, le fettine di prosciutto cotto, la scamorza, la cipollina e le olive taggiasche.
Rimettere la pizza nel forno e lasciarla cuocere per altri 5 minuti.

Estrarre la pizza dal forno, bagnarla con un filo d’olio e guarnirla con qualche fogliolina di basilico.
Servire subito la Pizza con prosciutto, scamorza e cipollina.
Cuocere con la stessa tecnica le altre pizze con prosciutto, scamorza e cipollina.

4/5 (1 Voto)

ALTRE RICETTE E CONSIGLI

FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Cucinare è un piacere a cui non sappiamo rinunciare. Se vuoi saperne di più su come fare una ricetta piuttosto che un'altra questo è il posto giusto. Ricette originali e tradizionali, sfiziose, facili e veloci. Condividiamo online le migliori ricette da preparare in casa e se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo.

Lascia un commento alla Ricetta Pizza con Prosciutto Scamorza e Cipollina

Chiedici un approfondimento su come si fa, lasciaci un messaggio e se hai provato la ricetta facci sapere come è andata.

Vai su