Nessuna Immagine
🕓 Tempo di Preparazione:
🕓 Tempo di Cottura:
🍴 Calorie: /100g

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per i malloreddus:
300 g di semola di grano duro rimacinata, circa 150 ml di acqua tiepida, 1 pizzico di sale.
Per il ragù:
300 g di salsiccia suina, 600 g di pomodori rossi maturi, 1 cipolla, 1 bustina di zafferano, olio extravergine d’oliva, sale.
Per completare:
80 g di pecorino sardo grattugiato, qualche foglia di basilico.

PREPARAZIONE

Per prima cosa, preparare i malloreddus.
Disporre sulla spianatoia la semola e formare la classica fontana.
Sciogliere il sale in un bicchiere d’acqua tiepida e versare a poco a poco l’acqua al centro della fontana.
Lavorare bene l’impasto, finché diventa piuttosto compatto, sodo ed elastico.
avvolgerlo nella pellicola trasparente e farlo riposare per 30 minuti.
Ricavare dalla massa dell’impasto dei panetti di circa 100 g e con le mani farli rotolare avanti e indietro, in modo che si allunghino fino a diventare un cordone di circa mezzo centimetro.
Tagliare, poi, il cordone in pezzetti di 1,5 centimetri.
Passare ogni pezzetto di pasta su una superficie rigata o sul dorso della grattugia, e con il pollice fare un veloce movimento rotatorio che lo faccia avvolgere su se stesso.

Si otterrà in questo modo il classico malloreddu, con la parte esterna rigata e la parte interna liscia e cava.
Posare i malloreddus su una tovaglia infarinata, in modo che si asciughino.
Nel frattempo, preparare il condimento.
Lavare i pomodori e scottarli per qualche istante in acqua bollente.
Sgocciolarli, lasciarli intiepidire in modo da poterli maneggiare e con un coltellino privarli della pelle.
Dividerli a metà ed eliminare i semi e l’acqua di vegetazione.
Tagliarli, poi, a cubetti.
Sbucciare la cipolla, lavarla e tritarla finemente.

Versare qualche cucchiaio d’olio in un tegame e rosolare la cipolla senza farle prendere colore.
Spellare la salsiccia, spezzettarla grossolanamente ed unirla alla cipolla.
Lasciarla cuocere dolcemente per una decina di minuti.
Unire i pomodori e lo zafferano sciolto in due dita d’acqua tiepida.
Insaporire di sale e lasciare cuocere, a fuoco basso e a tegame semicoperto, per circa 40 minuti.
Appena il sugo si sarà sufficientemente addensato, lessare i malloreddus in abbondante acqua salata.
Scolarli al dente, condirli con il sugo e trasferirli in un piatto da portata.
Cospargerli con il pecorino grattugiato, aggiungere il basilico spezzettato a mano e servire.

NOTE E CONSIGLI

  • I malloreddus alla Campidanese sono il piatto più tipico della cucina campidanese.
  • Il Campidano (in sardo Campidanu) è la più grande pianura della Sardegna. Essa attraversa le province di Cagliari, di Carbonia-Inglesias, del Medio Campidano e di Oristano.
Lascia una Recensione!
0/5 (0 Voti)



Aspetta, per facilitarti nella scelta, prova a dare un'occhiata al nostro elenco ricette diviso per categorie ed in ordine alfabetico. Scegli tra oltre 5000 ricette, buona ricerca da FraGolosi!

LASCIA UN COMMENTO ALLA RICETTA

Please enter your comment!
Please enter your name here