PASTA CON FAGIOLI PAPPALUNI

La pasta con fagioli pappaluni è un classico della cucina calabrese tradizionale.
A differenza della classica pasta e fagioli la novità di questo piatto è la presenza dei fagioli pappaluni, una varietà di fagioli che si trova solo in Calabria.
Essi conferiscono al piatto un sapore nuovo, rendendolo veramente gustoso.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

300 g di pasta corta del formato preferito (ditali, conchigliette, spaghetti spezzati, etc.), 200 g di fagioli pappaluni bianchi secchi,2 spicchi d’aglio, 2 pomodori, 2 coste di sedano, olio extravergine d’oliva, sale, pepe rosso e peperoncino macinato o fresco.

PREPARAZIONE

La sera precedente, mettere i fagioli pappaluni a bagno in acqua tiepida.
Il giorno seguente, sciacquarli e scolarli.
Preparare, poi, gli “odori”.
Nettare il sedano, lavarlo, sfilettarlo e tagliarlo in pezzettini.
Lavare i pomodori, pelarli, eliminare i semi ed il liquido di vegetazione, quindi sminuzzarli.
Svestire gli spicchi d’aglio.
Successivamente, sciacquare i fagioli, scolarli e versarli in una casseruola di coccio contenente abbondante acqua fredda.
Lasciare cuocere i fagioli pappaluni, a fuoco basso e a tegame coperto, per circa 30 minuti.

Unire il pomodoro, il sedano e l’aglio, quindi proseguire la cottura fino a quando i fagioli diventeranno morbidi.
Se durante la cottura l’acqua dovesse asciugarsi troppo, aggiungerne dell’altra tiepida.
Aggiungere il sale quando i fagioli pappaluni saranno quasi cotti.
A cottura ultimata, aggiungere la pasta ed insaporire di sale, di pepe e di peperoncino.
Portare la pasta a cottura, a fuoco basso e a tegame coperto.
Versare, quindi, la pasta e fagioli pappaluni in una zuppiera e condirla con un filo d’olio a crudo.
Prima di servire la pasta con fagioli pappaluni lasciarla riposare per qualche minuto.

VARIANTE

Per dimezzare il tempo di cottura, cuocere i fagioli pappaluni nella pentola a pressione.
Controllarli dopo 20 minuti, quindi regolarsi in base alla loro consistenza.

FAGIOLI PAPPALUNI

I pappaluni sono fagioli calabresi, coltivati nell’aria medio-alta del massiccio dell’Aspromonte (dai 700 ai 1300 metri di altezza), all’interno dell’omonimo Parco Nazionale.
I Pappaluni si seminano a fine aprile nei terreni medio-alti dell’Aspromonte e si raccolgono ad ottobre.
La pianta è rampicante e si innalza fino a quattro metri di altezza.
Pertanto, deve essere sostenuta da pali di legno giacché si appesantisce durante la produzione dei fagioli.
I fagioli pappaluni non sono commercializzati.
Pertanto, è possibile acquistarli solo in Calabria.

I fagioli pappaluni sono di due diverse varietà:

  • BIANCO: di colore bianco e di grandi dimensioni, simile ai fagioli bianchi di Spagna per colore, ma non per consistenza o sapore.
    Infatti, i fagioli bianchi pappaluni hanno una buccia esterna morbida ed una polpa gustosa.
    La varietà Bianca è adatta alla preparazione di insalate e di minestre asciutte o
    in brodo.
  • COLORATO: anch’essa gustoso e tenero, è di piccole dimensioni e di varie sfumature di colore (marroncino, verdolino, giallo ocra e con picchiettature di colore rossiccio).
    Il Pappaluni colorato è particolarmente indicato per la preparazione di zuppe.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.