Pasta con Pesce San Pietro
Pasta con Pesce San Pietro
Vota!
0/5 (0 Voti)

La pasta con pesce San Pietro è un primo piatto facile e veloce da realizzare.
La sua apparente semplicità nulla toglie, però, alla ricchezza di sapore e al profumo della pietanza, a cui l’aggiunta del timo limone conferisce un intenso aroma di limone che si avverte sia nell’aroma che nella degustazione.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per la pietanza: 350 g di farfalle, 1 pesce San Pietro di circa 500 g, 1 spicchio d’aglio svestito, 2 cucchiai di capperi sotto sale, 10 pomodorini Pachino, qualche rametto di prezzemolo, qualche rametto di timo limone, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Per il fumetto di pesce: gli scarti del pesce san Pietro, 500 ml di acqua, ½ cipolla, 1 spicchio d’aglio, un paio di rametti di prezzemolo, sale.

PREPARAZIONE

Rimuovere le pinne dorsali e ventrali del pesce San Pietro, poi sfilettarlo ed eliminare la pelle.
Sciacquare i filetti ottenuti, quindi asciugarli con carta da cucina.
Preparare un fumetto di pesce mettendo a bollire nell’acqua gli scarti del san Pietro, un pezzetto di cipolla,1 spicchio d’aglio, un po’ di prezzemolo ed un pizzico di sale.
Lasciare sobbollire, schiumando al bisogno, fino a quando il liquido si sarà ridotto della metà.

Mentre il fumetto cuoce, dissalare i capperi, sciacquandoli ripetutamente .
Sciacquare i pomodorini e sminuzzarli.
Scaldare un filo d’olio in una padella e lasciarvi rosolare i filetti di San Pietro 2 minuti per lato.
Metterli, poi, da parte.
Versare 2-3 cucchiai di olio in un’altra padella capiente e lasciarvi cuocere, a fuoco basso, i pomodorini ed i capperi.
Appena i pomodorini si saranno ammorbiditi, unire il pesce San Pietro sminuzzato, il prezzemolo ed il timo limone tritati.

Nel frattempo, lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolarla molto al dente.
Trasferire la pasta nella padella contenente il pesce san Pietro e portarla a cottura, unendo, poco a poco, il fumetto di pesce filtrato.
A cottura ultimata, correggere di sale ed insaporire di pepe macinato al momento.
Trasferire la pasta con pesce San Pietro nei piatti e servirla immediatamente.

QUALCHE NOTIZIA SUL PESCE SAN PIETRO

Il Pesce San Pietro (nome scientifico “Zeus faber”) è conosciuto anche come pesce di san Pietro o Sampietro.
È un pesce d’acqua salata appartenente alla famiglia Zeidae.
È presente in tutte le acque temperate e tropicali, compreso il Mediterraneo e il Mar Nero.
È comune nei mari italiani.
È anche diffuso nell’Oceano Atlantico, dalla Norvegia all’Africa occidentale e nel Pacifico orientale.
Vive in solitudine (raramente in piccoli gruppi) sui fondali sabbiosi del piano circalitorale, tra i 50 ed i 150-200 metri di profondità.
Ha un corpo ovale, alto e schiacciato, con bocca ed occhi grandi.

La bocca, quando è spalancata, somiglia ad un piccolo imbuto.
La testa presenta diverse protuberanze e spine.
La pinna dorsale è formata da spine allungate e filiformi.
Le pinne pettorali sono di dimensioni medie, quelle ventrali alquanto lunghe.
La pinna caudale è trasparente con il margine arrotondate.
Alla base delle pinne dorsali e anali si trovano piccole piastre ossee fornite di spine.
Scaglie appuntite si trovano anche sul ventre.

La livrea ha un colore che va dal bianco al grigio, dal beige al giallo.
Essa è caratterizzata da una macchia scura circondata da un bordo chiaro, situata centralmente sui fianchi.
Il pesce San Pietro si nutre di sardine, aringhe, piccoli pesci, cefalopodi e crostacei.
Un pesce adulto può pesare circa 8 chilogrammi di peso ed avere una lunghezza di circa 90 cm.
Il pesce San Pietro viene considerato un pesce pregiato.
Ha carni molto saporite, quasi del tutto prive di lische.

UNA LEGGENDA ALL’ORIGINE DEL NOME “SAN PIETRO”

La leggenda narra che il pesce prende il suo nome da San Pietro, il primo apostolo di Gesù.
Costui, quando ancora faceva il pescatore, avrebbe lasciato l’impronta del pollice della sua mano sul pesce, creando la macchia scura lungo i fianchi.

0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here