CALAMARI IMBOTTITI AL FORNO

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per la preparazione:
2 calamari medi a testa.
Per la “mollica” condita:
200 g di pangrattato, 2 cucchiai di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio, 50 g di pecorino romano, olio extravergine d’oliva., sale e pepe.

PREPARAZIONE

Afferrare la testa di ogni calamaro e tirarla dolcemente, senza strappi, fino a quando si staccherà dal sacco.
Separare i tentacoli dagli occhi e dalle interiora.
Eliminare questi ultimi.
Aprire al centro i tentacoli ed eliminare il becco corneo.
Aprire delicatamente la sacca, senza romperla, ed eliminare l’osso cartilagineo.
Eliminare, anche, altre interiora e quant’altro si trova all’interno del corpo del mollusco, compreso l’inchiostro.
Togliere, poi, la pelle, tirandola con delicatezza.
A questo punto, sciacquare accuratamente i calamari ed asciugarli con la carta assorbente da cucina (o mettere a sgocciolare per 15 minuti).
Tagliare i tentacoli a pezzettini e soffriggerli per un paio di minuti in olio caldo.

Condire il pangrattato con il pecorino romano, il prezzemolo, l’aglio a pezzetti (se piace), il sale, il pepe e l’olio occorrente per inumidire il tutto.
Unire i tentacoli sminuzzati, mescolando con cura.
Riempire con il composto i calamari a ¾ e pressarli leggermente per fare uscire l’aria.
Versare un filo d’olio dentro l’imboccatura dei molluschi e chiuderli con uno stuzzicadenti.
Bucherellare, poi, con la punta di uno stuzzicadenti la superficie dei calamari, in modo da evitare che scoppino durante la cottura.
Successivamente, preriscaldare il forno a 200°C.
Ricoprire la placca del forno con carta da cucina e versarvi un po’ d’olio.
Disporvi i calamari e ricoprirli prima con un filo d’olio e, poi, con la “mollica” rimasta.
Se gradito, distribuire lamelle d’aglio sulla superficie dei calamari.
Lasciarli cuocere in forno per circa 15 minuti.
A cottura ultimata, sfornare i calamari, trasferirli su un piatto da portata e servirli caldi.

NOTE

  • I calamari imbottiti al forno sono un piatto della cucina siciliana.
  • In Sicilia il pangrattato viene chiamato “mollica” (in siciliano “muddica”).

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO


CONSIGLI E RICETTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI


3 Commenti
  1. tiziana ha scritto

    buonissimi!!!io aggiungerei del curry.

    1. FraGolosi ha scritto

      Ciao Tiziana, ottima variante quella del curry 🙂 A presto!

  2. tiziana ha scritto

    buonissimi già come sono,io però aggiungerei un pò di curry.

Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.