Polpettine di spatola
Polpettine di Spatola

    Le polpettine di spatola sono un secondo piatto appetitoso, che risulta gradito a piccoli e grandi.
    Si tratta di una ricetta tipica della cucina di mare siciliana.
    I filetti di spatola vengono sbollentati, sbriciolati e conditi con pangrattato, prezzemolo, aglio, formaggio grattugiato e uova.
    Una volta modellate, le polpette vengono prima cotte in forno e, poi, insaporite in un sugo leggero di pomodorini.

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE

    kg 1,600 di spatola a filetti, mollica (pangrattato), prezzemolo, 2 spicchi d’aglio, 80 g di grana e/o pecorino grattugiato, 1-2 uova, 400 g di pomodorini Pachino, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

    PREPARAZIONE

    Eliminare la testa della spatola e tagliarla a pezzi di circa 10 cm.
    Con un coltello ben affilato incidere un pezzo di spatola al di sopra della fila di spine.
    Continuare l’incisione, proseguendo rasente la spina centrale.
    Scavalcarla e proseguire fino a ricavare un filetto.
    Rigirare, quindi, il pezzo di pesce e compiere la stessa operazione dall’altro lato, in modo da ricavare un altro filetto.
    Eliminare le eventuali spine rimaste lateralmente.
    Utilizzare lo stesso procedimento per filettare tutto il pesce.
    Sbollentare, poi, i filetti per qualche minuto in acqua bollente, sbriciolarli e metterli in una ciotola.
    Unire la mollica di pane con il formaggio grattugiato, le uova, sale e pepe.

    Se il composto dovesse risultare troppo morbido, unire un po’ di pangrattato.
    Impastare accuratamente e preparare le polpettine, leggermente schiacciate.
    Ungere di olio una pirofila da forno, adagiare le polpettine e passare in forno già caldo a 200°C per una decina di minuti.
    Nel frattempo, preparare una salsa di pomodorini.
    Tagliarli a pezzi e metterli in padella con aglio e olio.
    Aggiustare di sale e di pepe e portarli a cottura.
    Appena prima di spegnere, unire il basilico spezzettato a mano.
    Una volta cotte le polpettine, metterle ad insaporire per qualche minuto assieme ai pomodorini e Servire subito le polpettine di spatola.

    NOTE E CONSIGLI

    • In Sicilia il pangrattato viene chiamato “mollica”.
    • La pelle della spatola è molto sottile e si può mangiare.
    • Per accelerare i tempi, fare tagliare a filetti la spatola dal proprio pescivendolo di fiducia.
    • Con la testa, le lische, la parte finale della coda (che non può essere filettata), aglio, prezzemolo, un pomodorino, olio, sale e pepe preparare un sughetto di spatola con il quale condire gli spaghetti.
    Lascia una Recensione!
    5/5 (1 Voto)

    LASCIA UN COMMENTO ALLA RICETTA

    Please enter your comment!
    Please enter your name here