Mostarda

Mostarda
Il termine mostarda deriva dal latino “mustum”, mosto.
Infatti molte antiche preparazioni avevano come ingredienti sia la senape che il mosto di vino.
Ancora oggi in Sicilia viene preparata una mostarda a base di senape in polvere e mosto di vino.
Con il termine “mostarda” si indicano preparazioni diverse:

  • Una salsa dal gusto piccante, a base di senape, aceto (o mosto) ed aromi vari.
  • La Mostarda di Cremona: mostarda preparata con frutta mista, zucchero o miele, senape bianca in polvere e vino bianco.
    È particolarmente indicata per accompagnare piatti di carne, soprattutto pollame e cacciagione.
  • Altre mostarde famose sono quella veneta e quella mantovana.
« Torna al Dizionario Gastronomico

Non ci sono commenti