Vota!
0/5 (0 Voti)

INGREDIENTI PER 1 LITRO DI SCIROPPO DI PESCA

1,5 kg di pesche gialle, mature e succose, zucchero da quantificare in base al peso della purea di pesche, 1 bustina di vanillina (facoltativo), il succo di un limone.
Per diluire lo sciroppo:
acqua minerale fredda (naturale o frizzante a seconda dei gusti) oppure limonata.
Per completare:
cubetti di ghiaccio.

PREPARAZIONE

Lavare le pesche, asciugarle e sbucciarle.
Per facilitare l’operazione immergerle per qualche istante in acqua bollente e poi pelarle.
Dividerle a metà ed eliminare la parte dura attorno al picciolo ed il nocciolo.
Tagliare, poi, le pesche in cubetti e metterle in una ciotola.
Ridurle in purea con il minipimer (o frullarle in un robot da cucina).
Passare la purea attraverso un setaccio fine.
Lasciare, poi, fermentare il succo di pesca per 24 ore a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo indicato, schiumare se necessario e pesare il succo di pesca.
Unire la stessa quantità di zucchero, la vanillina ed il succo di limone filtrato.
La quantità di zucchero è puramente indicativa, in quanto, a seconda dei gusti, può essere ridotta anche del 30-40% (per esempio adoperare 700-600 g di zucchero su 1 kg di succo di pesca).
Trasferire il composto in una casseruola dal fondo spesso e portarlo ad ebollizione.
Farlo cuocere a fuoco basso per 15 minuti, mescolandolo ad intervalli regolari con un cucchiaio di legno.
Filtrare, poi, il composto facendolo passare attraverso un colino.
Versarlo in una bottiglia precedentemente sterilizzata assieme al coperchio.
Lasciare raffreddare prima di mettere lo sciroppo in frigorifero.
Al momento di servire, versare un po’ di sciroppo sul fondo di un bicchiere per bibita, dosandone la quantità a seconda delle preferenze personali.
Aggiungere l’acqua fredda o la limonata, alcuni cubetti di ghiaccio e servire.

NOTA:

La stessa ricetta può essere preparata con altri tipi di frutta: fragole, lamponi, more, mirtilli, melone, albicocche, etc.
Per quanto riguarda la quantità di zucchero da aggiungere, essa varia a seconda del tipo di frutta adoperato.
Conviene, dunque, aggiungere lo zucchero a poco a poco, dosandolo in base ai propri gusti.

0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here