Arancino/a

    Nessuna Immagine

    Cos'è e Cosa Significa?

    Arancino/a
    Specialità della cucina tradizionale siciliana a base di riso e varie farce.
    Esistono, infatti, arancini al ragù, al burro, agli spinaci, ai quattro formaggi, pistacchio, aifunghi, etc.
    In Sicilia si dice arancini o arancine, a seconda della provincia.
    A Palermo si chiamano arancine.
    A Messina fino a qualche decennio fa venivano chiamate arancine, ma le nuove generazioni preferiscono utilizzare il termine maschile “arancini”.
    Anche a Catania prendono il nome di arancini.
    A supporto della tesi a favore del genere femminile vi è l’interpretazione dello storico palermitano Gaetano Basile, che sottolinea come il nome derivi dalla forma sferica e dal colore della preparazione, che la rendono somigliante in tutto e per tutto ad un’arancia.
    Gli arancini variano per forma e dimensione.
    Vengono preparati anche in formato mignon.
    Ogni provincia siciliana attribuisce agli arancini un aspetto particolare in base al ripieno.
    Nel messinese la forma rende identificabile il ripieno nel modo seguente:

    • Arancini di carne al ragù: base piatta e punta ad ogiva.
    • Arancini al burro: forma tondeggiante.
    • Arancini con altri ripieni (alla Norma, ai funghi, al pistacchio, agli spinaci…): forma ovoidale.

    Approfondisci con Ricette e Termini di Cucina

    ► Vai al Dizionario Gastronomico (dalla A alla Z)