I Fagiolini sono degli ortaggi saporiti, che possono essere utilizzati in molte preparazioni.
Come conservare i fagiolini?
Congelarli offre la possibilità di gustare il prodotto fuori stagione, senza che ne siano compromessi sapore, consistenza e proprietà nutritive.
La congelazione, infatti, se fatta al momento dell’acquisto del prodotto e alla giusta temperatura, arresta lo sviluppo dei microrganismi responsabili di fermentazioni e muffe e riduce l’attività degli enzimi che degradano l’aspetto e il gusto del cibo, mantenendo intatte tutte le caratteristiche dell’alimento, comprese le vitamine più sensibili.

Come congelare i fagiolini verdi

    CONGELARE I FAGIOLINI VERDI, LA GUIDA

    La congelazione avviene in fasi successive che si possono così riassumere: acquisto dell’ortaggio, pulizia, scottatura o sbianchimento, raffreddamento, asciugatura, confezionamento, etichettatura, tempo di conservazione.

    • Acquisto dell’ortaggio
      Comprare dei fagiolini appena colti e di buona qualità, che abbiano raggiunto il giusto grado di maturazione.
      Controllare che il baccello sia di un colore verde brillante, integro e di consistenza soda e compatta.
    • Pulizia dell’ortaggio:
      Spuntare i fagiolini, tagliando le estremità con le forbici da cucina o con un coltellino affilato ed eliminando l’eventuale filo. Sciacquarli, poi, in acqua fredda.
      Tagliarli, poi, pezzi regolari di circa 3 cm o lasciarli interi.
    • Scottatura (o sbianchimento)
      Sbianchire significa immergere per pochissimo tempo una verdura in acqua bollente, senza lasciarla cuocere.
      La tecnica serve a rendere inattivi gli enzimi naturali contenuti in un ortaggio, i quali sono la causa principale del suo deperimento.
      Serve anche ad evitare il cambiamento di sapore, colore e consistenza dell’ortaggio a scongelamento avvenuto.
      Per quanto riguarda i fagiolini procedere nel seguente modo:
      Scottare 500 g di fagiolini alla volta.
      Versare 4 l di acqua in una grande pentola munita di coperchio e portarla a forte bollore.
      Deporre i fagiolini in un cestello forato, immergerlo nell’acqua e coprire il tegame con il coperchio.
      Alzare la fiamma e, appena l’acqua riprenderà a bollire, contare 2-3 minuti di sbianchimento, cioè il tempo occorrente per disattivare gli enzimi.
      Rispettare esattamente la durata della scottatura, in quanto se è insufficiente si corre il rischio che gli enzimi non siano tutti disattivati, se è invece prolungata l’ortaggio cuocerà, perdendo sapore ed elementi nutritivi.
      Per quantità di fagiolini superiori a 500 g, procedere in più riprese.
    • Raffreddamento:
      Trascorso il tempo indicato, scolare i fagiolini con una schiumarola forata e, per fermarne la cottura e mantenerne il colore, immergerli immediatamente in una ciotola capiente contenente acqua fredda, preferibilmente mista a cubetti di ghiaccio.
      Lasciarli in immersione per lo stesso tempo adoperato per la fase della scottatura o fino a raffreddamento.
    • Asciugatura:
      Scolare i fagiolini, poi asciugarli tamponandoli delicatamente con un canovaccio da cucina.
    • Confezionamento:
      Suddividere i fagiolini in porzioni.
      È facoltativo, ma consigliabile, disporli in un vassoio rivestito di carta da forno lasciando un po’ di spazio tra loro e metterli nel congelatore fino ad indurimento (30-60 minuti), in modo che non si attacchino l’uno all’altro.
      Una volta divisi i fagiolini in porzioni, inserirli nei sacchetti frigo in polietilene o in contenitori di plastica o di vetro a chiusura ermetica.
      Prima di sigillarli con cura, avere l’accortezza di fare uscire tutta l’aria in essi contenuta.
      L’utilizzo di un sigillatore per il sottovuoto offre migliori garanzie di conservazione.
    • Etichettatura:
      Infine, porre su ogni sacchetto un’etichetta riportante il nome della verdura, la data di congelamento e quella di scadenza (es. tot grammi di Fagiolini congelati il…, scadenza il …).
      Per scrivere adoperare un pennarello, in quanto l’inchiostro normale delle penne ed i segni di matita tendono nel tempo a cancellarsi.
    • Tempo di conservazione:
      Conservare i fagiolini nel freezer per un tempo massimo di 12 mesi ad una temperatura compresa tra -18°C e – 25°C.

    NOTA:

    Non è necessario scongelare i fagiolini prima di consumarli.
    Al momento di adoperare l’ortaggio, metterlo direttamente in pentola in acqua bollente.
    Dal momento che i fagiolini sono stati scottati, necessiteranno di un tempo di cottura inferiore a quello dei fagiolini freschi e, precisamente, circa 7 minuti se interi e circa 5 minuti se tagliati in pezzi.
    Tenere, infine, presente che la verdura scongelata, non va mai ricongelata.

    Vota la Ricetta!

    Ti piace FraGolosi? Pubblica una Recensione sulla Pagina Facebook



    LASCIA UN COMMENTO ALLA RICETTA

    Please enter your comment!
    Please enter your name here