Polenta farcita
Vota!
0/5 (0 Voti)

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per la polenta:
500 g di polenta a cottura veloce, acqua, olio o burro, sale.
Per il ripieno:
120 g di salame, 120 g di provolone, 2 uova, due cucchiai di pangrattato, 50 g di parmigiano grattugiato, 4 cucchiai di latte, 50 g di burro, sale e pepe.

PREPARAZIONE

Mettere a bollire un litro d’acqua salata, nella quale è stato versato un cucchiaio d’olio.
Al primo segnale di bollore, togliere la pentola dal fuoco e versare la farina di granoturco.
Mescolare accuratamente con una frusta e rimettere sul fuoco, continuando a rimestare con un cucchiaio di legno sempre nello stesso verso, fino a quando la polenta raggiungerà la consistenza desiderata.
Se dovesse essere necessario ammorbidire la polenta, aggiungere qualche mestolo di acqua calda.
Appena prima di scendere, unire, se gradita, una noce di burro.
Dal momento che la farina di granoturco è a preparazione veloce, dovrebbero essere sufficienti una decina di minuti di cottura.
A preparazione ultimata, versare, con un colpo secco, la polenta su un tagliere.
Livellarla allo spessore di 1,5 cm, farla raffreddare e tagliarla a fette con uno spago o con un coltello di legno.
Mettere da parte le fette di polenta e passare alla preparazione della farcia.
Tritare il salame nel mixer o grossolanamente a coltello.
Tagliare il provolone a fettine sottili.

Imburrare una pirofila da forno e disporvi uno strato di fette di polenta.
Grattarne la superficie con i rebbi di una forchetta, spolverarle di parmigiano e coprirle con uno strato di salame ed uno di fontina.
Sovrapporre le altre fette di polenta, come se si trattasse di un sandwich.
Spennellarne la superficie con burro fuso.
Coprire la pirofila con un foglio di carta stagnola e passarla in forno già caldo a 180°C per 10 minuti.
Nel frattempo, rompere le uova in una terrina e sbatterle con il sale, il pepe, il latte e due cucchiai di parmigiano grattugiato.
Togliere la carta stagnola dalla pirofila e versare il composto di uova.
Rimettere in forno e proseguire la cottura per altri 5 minuti, dando tempo alle uova di rapprendersi.
Infine, spolverare la superficie della polenta farcita con il parmigiano rimasto, mescolato al pangrattato.
Grigliare per 2 minuti e servire.

NOTE

  • Il tempo di cottura della polenta dipende dal tipo di farina di granturco utilizzata e può variare da 45 minuti ad un’ora.
  • Esistono farine precotte, la cui cottura va dai 5 ai 15 minuti.
  • La polenta più cuoce, più diventa digeribile.
    Pertanto, è consigliabile prolungare la cottura anche delle farine precotte.
  • La polenta è cotta quando si stacca dalle pareti della pentola, che per tradizione dovrebbe essere di rame.
  • La proporzione tra acqua e farina è di due ad uno, cioè due parti di acqua ed una parte di farina.
    Ne consegue che 500 g di farina per polenta richiedono un litro di acqua.
    Se ne ottiene una polenta piuttosto consistente.
    Se, invece, si desidera una polenta più morbida, occorre aumentare la quantità d’acqua a 1750 ml.
    Se, infine, si desidera preparare una polenta morbidissima, la cosiddetta polentina, occorreranno due litri di acqua.
  • Nel caso in cui, nonostante le precauzioni, la polenta in cottura formi dei grumi, togliere la pentola dal fuoco, immergere un frullatore ad immersione, azionarlo brevemente e rimettere velocemente sul fuoco.
0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here