La Pasta con le Fave Secche (Maccu) è uno squisito piatto povero siciliano a base di purea di fave.
In Sicilia il piatto viene chiamato “maccu di favi”.
Esso è inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.
Scopri come cucinare le fave secche sgusciate con la ricetta di FraGolosi.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

17 Luglio 2008 /

Aggiornata il 27 Aprile 2020

Ricetta Pasta con le Fave Secche

di FraGolosi

Categoria: Primi

Pasta con le fave secche Maccu Pasta con le fave secche (Maccu)
  • Porzioni
    Porzioni 4
  • Difficoltà
    Difficoltà Facile
  • Costo
    Costo Basso
  • Cucina
    Cucina Italiana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

300 g di pasta del formato bavette, 300 g di fave secche sgusciate, una costa di sedano, 1 pomodoro maturo, 1 cipolla piccola, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

PREPARAZIONE

Mettere a bagno le fave secche per circa 12 ore, in modo da pulirle bene e da ammorbidirle per renderne successivamente più veloce la cottura.
Versarle in acqua fredda assieme alla cipolla tritata, al sedano sminuzzato e ad un pomodoro, precedentemente pelato.
Insaporire di sale, di pepe e lasciare cuocere per circa un’ora e mezza, schiacciando di tanto in tanto le fave con un cucchiaio di legno.
Nel frattempo, spezzettare le bavette.
Quando le fave saranno cotte e ridotte in purea, allungare l’acqua di cottura e portarla nuovamente a bollore.
Cuocere la pasta, rigirandola quasi in continuazione con un cucchiaio di legno, in quanto il macco tende ad attaccarsi al fondo della pentola.
A cottura ultimata, il macco deve presentarsi piuttosto denso.
Distribuire la pasta con fave secche (maccu) in quattro scodelle e condirla con un filo d’olio crudo.
Servirla subito.

MACCO DI FAVE

In dialetto siciliano la pasta con le fave secche viene chiamata Pasta cu maccu (dal latino maccus).
L’origine di questa ricetta si perde nella notte dei tempi.
Era, sicuramente, un piatto povero, caratterizzato dalla cottura delle fave secche in acqua, fino a ridurle in purea.
Il nome “macco” (in siciliano maccu) deriva dal tardo latino “maccare”, verbo che significa “schiacciare, ridurre in poltiglia (e, quindi, in purea)”.
Probabilmente il verbo è collegato ad una maschera latina della commedia Atellana, il cui nome era “Maccus”.
Costui rappresentava una tipologia di servitore perennemente affamato, dal volto bitorzoluto e dal ventre gonfio, che da molti viene considerato l’antenato di Pulcinella.

VARIANTE

Per aromatizzare la pasta e fave secche, aggiungere finocchietto selvatico, ben lavato e nettato, sbollentato e tagliato a pezzetti.

NOTE E CURIOSITÀ

Oltre alla classica pasta con il macco siciliana è anche famosa ed apprezzata la ricetta della pasta e fave secche alla napoletana.

4.1/5 (15 Voti)

FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Cucinare è un piacere a cui non sappiamo rinunciare. Se vuoi saperne di più su come fare una ricetta piuttosto che un'altra questo è il posto giusto. Ricette originali, tradizionali e sfiziose. Condividiamo online le migliori ricette da preparare in casa e se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo.

Lascia un commento alla Ricetta Pasta con le Fave Secche

16 commenti all'articolo “Pasta con le Fave Secche”

  1. silverio ha detto:

    vorrei porvi nella vostra ricetta di aggiungere del finocchio selvatico. sbollettato e infine tagliato a pezzetti,per aromatizzare questo piatto delizioso

  2. FraGolosi ha detto:

    Ciao, il tuo suggerimento è particolarmente sfizioso. L’ho appena aggiunto alla ricetta come variante deliziosamente aromatica. Continua a seguirci e ad offrirci i tuoi graditi consigli. :-)

  3. giovanni ha detto:

    nella vostra ricetta propongo di aggiungere della cotica di maiale

  4. Simone ha detto:

    Ciao ragazzi non avendo tutti gli ingredienti
    a disposizione e volendo seguire i vostri consigli! o aggiunto in cottura una patata (che la resa ancora più cremosa), qualche seme di finocchio e cubetto di pancetta, Beh! il mio Ragazzo Sicilianissimo mi ha dato 100 con lode! provateci non rimarrete delusi!

  5. nino ha detto:

    ciao a tutti i golosi io aggiungo sempre la gira servatica e alla fine olio crudo provate

  6. Oryu ha detto:

    Ciao, bella ricetta! Io sono siciliano… ma sapevo che u maccu si faceva con le lenticchie secche, molto dolci, specialmente se fatta con spaghetti spezzati fritta l’indomani, una vera prelibatezza! LOL
    Grazie per la ricetta, penso che la farò stasera…

    Un’altra cosa: se metto le fave a bagno per due ore prima della cottura, si cuoceranno più velocemente? O.o

    • FraGolosi ha detto:

      Ciao, grazie mille! Per pasta cu maccu in Sicilia si intende la pasta con le fave secche (ammaccate..). Se le fave le metti a bagno per due ore o meglio ancora 12 ore sarà più facile cuocerle. Ciao e a presto!

  7. mattia petruzziello ha detto:

    sicuramente gustosa,non lo ancora provata, la preparerò quanto prima, tra gli ingredienti sicuramente inserirò un pò di pepe o peperoncino, gli ingredienti elencati sono tutti a tendenza dolce, perciò le spezie x rendere un pò più allegro la preparazione. grazie x l’attenzione

  8. adele mannino ha detto:

    anch’io sono siciliana e ho sempre aggiunto nella pasta con le fave secche (o cu macco” una patata per renderla più densa, e naturalmente le spezie . solo la pasta con le fave è detta anche “pasta cu macco”.

  9. Angela ha detto:

    Salve, da buon siciliana aggiungo sempre a cottura ultimata un filo di olio d’oliva e una grattugiata di ricotta salata .

  10. Romeo ha detto:

    Un consiglio da Romeo di palermo con il macco usate sempre pentole antiaderenti altrimenti olio di gomito. W la cucina Italiana tutta ottima. Ciao

  11. Romeo ha detto:

    Ricette con varianti accettabili, non esagerare nel mettere la pancetta nasconderebbe il gusto e l’aroma delle fave. Ciao

Vai su