STOCCO ALLA MAMMOLESE

Lo Stocco alla Mammolese (in dialetto calabrese “stoccu a mammulisi”) vanta origini antichissime legate alla cucina tradizionale contadina.
Ancora oggi viene preparato nella “tiana”, un tegame di terracotta che esalta il sapore genuino dei cibi.
Per la preparazione vengono adoperati prodotti tipici del territorio, a partire dallo “Stocco di Mammola”.
Anche il procedimento segue antiche indicazioni, tramandate di generazione in generazione.
Tra gli ingredienti di questo squisito pesce stocco alla calabrese meritano una citazione i peperoni essiccati al sole caldo della Calabria, i quali conferiscono allo Stocco alla Mammolese una nota piccante che ben si sposa con gli altri sapori.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

800 g di pesce stocco ammollato, 800 g di patate, 800 g di pomodori pelati, 1 cipolla rossa, 4 peperoni essiccati, 100 g di olive verdi in salamoia, 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale.

PREPARAZIONE

Lavare con cura il pesce stocco.
Eliminare eventuali lische o piccole spine, poi tagliarlo in pezzi regolari.
Sbucciare la cipolla, lavarla, asciugarla ed affettarla finemente.
Versare l’olio in una “tiana” (recipiente) di terracotta.
Rosolarvi la cipolla fino a farle prendere un colore leggermente dorato.
Unire i pelati e lasciare cuocere a fuoco basso e a tegame coperto per una decina di minuti.
Nel frattempo, sbucciare le patate, lavarle e tagliarle in spicchi.

Aggiustare la salsa di sale, unire le patate e lasciare cuocere per 5 minuti.
Aggiungere il pesce stocco, i peperoni essiccati e coprire con un coperchio.
Proseguire la cottura per circa 20 minuti.
Scuotere il tegame ad intervalli regolari per evitare che la preparazione si attacchi al fondo.
A cottura quasi ultimata, aggiungere le olive denocciolate e lasciare cuocere per altri 4 minuti.
Togliere la “Tiana” dal fuoco e servire lo stocco alla Mammolese.

QUALCHE NOTIZIA SU MAMMOLA

Mammola è un ridente comune in provincia di Reggio Calabria, posto sul versante ionico della Calabria, tra l’Aspromonte e le Serre calabresi.
L’insediamento ebbe origine nel V-IV secolo a.C. sulle rovine di Matea, una colonia locrese.
La cucina di Mammola vanta origini montanare e contadine ed è caratterizzata dall’utilizzo di ingredienti tipici locali.

Tra di prodotti tipici legati al territorio, uno dei più conosciuti è lo “Stocco di Mammola”, inserito nell’elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) predisposto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione calabria.
La spugnatura e la particolare lavorazione dello “Stocco” ha fatto sì che Mammola venga conosciuta nel territorio nazionale e all’estero come il “Paese dello Stocco”.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.