Palamito al Forno con Pomodorini

24 Gennaio 2016

Ricetta Palamito al Forno con Pomodorini

di FraGolosi

Categoria: Secondi

Palamito al Forno con Pomodorini
  • Porzioni
    Porzioni 4
  • Difficoltà
    Difficoltà Media
  • Costo
    Costo Medio
  • Cucina
    Cucina Italiana

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 palamito da almeno 1 kg, 1 mazzetto di prezzemolo, 500 g di pomodorini Pachino,1 pizzico di maggiorana, 1 bicchiere di vino bianco secco, il succo di 1 limone, 1 spicchio d’aglio schiacciato, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

PREPARAZIONE

Lavare i pomodorini, tagliarli a metà e metterli in un colino a perdere l’acqua di vegetazione.
Pulire il palamito, privandolo della testa, delle pinne e della coda.
Con un coltello affilato eliminare la lisca centrale ed aprire il pesce a libro.
Lavarlo, asciugarlo ed ungerlo d’olio da entrambi i lati .
Insaporirlo di sale, di pepe e di maggiorana.
Disporre il palamito in una teglia da forno unta d’olio con la pelle a contatto con il fondo.
Aggiungere l’aglio schiacciato (che andrà poi eliminato) e ricoprire il palamito con i pomodorini sminuzzati.
Insaporire di sale ed irrorare il tutto con 2 cucchiai d’olio, il vino bianco e il succo di limone.
Cuocere il palamito nel forno già caldo a 180°C per circa 25-30 minuti.
Controllare la cottura del pesce inserendo i rebbi di una forchetta per verificare se la polpa del pesce si stacca con facilità.
Durante gli ultimi minuti di cottura, distribuire sui pomodorini il prezzemolo tritato.
A cottura ultimata, trasferire il palamito al forno con i pomodorini su un piatto da portata e servirlo subito.

QUALCHE NOTIZIA SUL PESCE PALAMITO

  • La “Palamita” (nome scientifico “Sarda sarda”), chiamata anche “Tonnetto” o “Palamita sarda” è un pesce di mare che appartiene alla famiglia “Sgombridae”.
  • Il termine “palamito” da noi utilizzato è una forma dialettale italianizzata.
    A Messina, infatti, il pesce viene chiamato in dialetto “palamitu” oppure gli si dà il nome di “Pisantuni”(Pesantone).
  • In altre regioni la Palamita prende il nome di Palammeto o Bonnicou in Liguria, Palamia o Palamide/a in Veneto, Cuvarita o Palamido in Campania, Palammita in Puglia, Palamitu maiaticu in Calabria e Palamitu in Sardegna.
  • Il pesce ha un corpo di forma allungata, di colore azzurro-argenteo, più carico sul dorso, sul quale sono presenti strisce di colore nerastro.
    Sui fianchi il colore va digradando e schiarisce.
    È lungo tra 50 ed i 70 cm (o anche di più).
    Se ne pescano, però, anche esemplari più piccoli.
  • È una specie diffusa nel Mediterraneo, nel mar Nero e nell’Oceano Atlantico.
  • Nei nostri mari è molto comune.

FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Condividiamo online le migliori ricette dei piatti che prepariamo in casa giornalmente. Se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo :-)

Lascia un commento alla ricetta

La Newsletter di FraGolosi

Vai su