Sarde a Beccafico alla Messinese
Sarde a Beccafico alla Messinese
🕓 Tempo di Preparazione:
🕓 Tempo di Cottura:
🍴 Calorie: /100g

Le Sarde a Beccafico alla Messinese sono un secondo piatto tradizionale della città dello stretto. Si tratta di una variante delle sarde a beccafico alla palermitana.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

1 kg di sarde, squamate, spinate e aperte a libro.
Per la farcia:
150 g di mollica, 2 cucchiai di grana grattugiato, 2 cucchiai di pecorino grattugiato, 1 cucchiaio di capperi, 1 spicchio d’aglio,1 mazzetto di prezzemolo, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Per friggere:
olio di semi di arachidi.

PREPARAZIONE

Aprire le sarde a libro, lavarle con cura e salarle internamente.
Amalgamare la mollica con i formaggi, un trito d’aglio, capperi e prezzemolo e condite il tutto con poco sale e pepe.
Unire un po’ di olio ed amalgamare il tutto.
Distribuire il composto sulla parte interna di metà delle sarde.
Coprire con l’altra metà e fare una forte pressione in modo che il pesce aderisca al ripieno.
Friggere le sarde nell’olio di arachidi ben caldo, rigirandole con delicatezza.
Asciugare l’olio eccedente su carta assorbente e servire calde.

VARIANTE:
Sostituire le sarde con le acciughe.

CURIOSITÀ

  • Piatto tipico della cucina messinese.
  • Il beccafico è un uccellino della specie Sylvia borin.
  • È particolarmente ghiotto di fichi, che becca.
    In estate ne fa grosse scorpacciate, tanto da diventare paffutello.
  • Nei tempi antichi sulle tavole dei nobili erano spesso presenti i beccafichi ripieni di mollica condita, spesso, all’uso palermitano, insaporita da uvetta e pinoli.
  • Il popolo, che viveva di pesca, non avendo a disposizione la cacciagione, mantenne la farcia, ma sostituì gli uccellini con le sarde presenti sulla propria mensa.
Lascia una Recensione!
0/5 (0 Voti)



Aspetta, per facilitarti nella scelta, prova a dare un'occhiata al nostro elenco ricette diviso per categorie ed in ordine alfabetico. Scegli tra oltre 5000 ricette, buona ricerca da FraGolosi!

2 Commenti

  1. io ricordo che mia nonna cucinava le sarde….(o forse erano acciughe?)a beccafico ripiene ma cotte alla ghiotta….parliamo di una quarantina d’anni fa!!!esiste una ricetta cosi’..o mia nonna l’aveva creata (era bravissima in cucina!!)per la delizia dei suoi cari?
    baci

LASCIA UN COMMENTO ALLA RICETTA

Please enter your comment!
Please enter your name here