Nessuna Immagine

    INGREDIENTI PER 4 PERSONE

    500 g di farina di grano duro, 60 g di polvere di paprika dolce, 2 uova, 200 ml di acqua tiepida, un cucchiaio di olio, sale.

    PREPARAZIONE

    Disporre la farina a formare la classica fontana.
    Unire un pizzico di sale e versare al centro della fontana l’olio, la polvere di paprika dolce e le uova precedentemente sbattute.
    Cominciare a raccogliere la farina prima con una forchetta e, poi, con le mani.
    Aggiungere, a poco a poco, l’acqua.
    Continuare ad impastare per un decina di minuti, fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico.
    Lasciarlo riposare, coperto con un tovagliolo, per 30 minuti.
    Dividere, quindi l’impasto in bastoncini della larghezza massima della dimensione si un dito mignolo e tagliare la pasta a piccoli cilindri di circa tre cm.

    Posare su ogni tocchetto un sottile stelo di giunco (o un ferro da calza) e con una leggera pressione delle dita farlo penetrare all’interno della pasta.
    Poi, portando le due mani, aperte e affiancate l’una all’altra, avanti e indietro, ricoprire il “ferretto” di pasta.
    Sfilare, quindi, delicatamente il maccherone dal “ferretto”, facendo attenzione a non pressarlo, per evitare la chiusura del buco interno.
    Posarlo su un vassoio infarinato o cosparso di semolino.
    Utilizzare lo stesso procedimento per preparare tutti i maccheroni alla paprika, tenendo presente, disponendoli sul vassoio, di non sovrapporli, per evitare che si attacchino l’uno all’altro.
    Lasciarli asciugare i maccheroni per almeno 60 minuti.

    NOTE E CONSIGLI

    • La lunghezza dei cilindri è puramente indicativa.
      Può, infatti, essere maggiore, se si desiderano dei maccheroni un po’ più lunghi.
    • Il giunco è una pianta che vive in zone umide e ombrose, ma che può crescere anche su spiagge marittime.
    • Le nostre nonne, che preparavano la pasta in casa, facevano incetta dei suoi steli, li facevano asciugare e li conservavano accuratamente.
    • La pasta alla paprika assume un colore rossastro, più o meno acceso a seconda della quantità di paprika aggiunta.
    • Con l’impasto base si possono preparare altri formati di pasta.
      Tenere, però, presente che la sfoglia deve essere un po’ più spessa del normale.

    Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Condividiamo online le migliori ricette dei piatti che prepariamo in casa giornalmente. Se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo :-)

    LASCIA UN COMMENTO ALLA RICETTA

    Please enter your comment!
    Please enter your name here