Vota!
0/5 (0 Voti)

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per l’impasto:
400 g di ricotta, 1 uovo ed 1 tuorlo, 30 g di pangrattato, 2 cucchiai di farina, 40 g di parmigiano grattugiato, 1 ciuffo di prezzemolo, un pizzico di noce moscata, sale e pepe.
Per il sugo al pomodoro:
1 kg di pomodori freschi da sugo, qualche foglia di basilico, 1cipolla, 1 spicchio d’aglio, olio extravergine d’oliva , sale e peperoncino.
Per spolverizzare:
parmigiano grattugiato (o pecorino).

PREPARAZIONE

Versare la ricotta ben sgocciolata in una terrina.
Sbattere le uova in un piattino ed incorporarle nella ricotta.
Mescolare il composto con cura ed aggiungere il prezzemolo tritato, il parmigiano, la farina ed il pangrattato.
Insaporire di sale, di pepe e di noce moscata.
Amalgamare con cura e mettere il composto in frigorifero, in modo che, raffreddandosi, diventi compatto.
Nel frattempo, preparare il sugo di pomodori freschi.
Lavare i pomodori ed eliminare i piccioli.
Tagliarli a metà e fare fuoriuscire i semi.

Accomodarli in un tegame e lasciarli sobbollire a calore moderato e a tegame coperto.
Mescolare di tanto in tanto, fino a quando i pomodori appariranno completamente disfatti.
Versarli, poi, in un passaverdure e schiacciarli, raccogliendo la passata in una ciotola.
A parte, rosolare in un tegame la cipolla tritata, il peperoncino e lo spicchio d’aglio assieme a qualche cucchiaio di olio.
Appena la cipolla si sarà ammorbidita, versare la passata di pomodori freschi.
Aggiustarla di sale e portarla a bollore a fuoco basso e a tegame coperto,
Lasciarla cuocere a fuoco basso, finché avrà raggiunto la giusta consistenza.

A preparazione quasi ultimata, eliminare l’aglio ed il peperoncino ed unire le foglie di basilico, spezzettate a mano.
A questo punto, riprendere l’impasto dal frigorifero.
Con i palmi delle mani unti di olio, formare delle palline della dimensione di una grossa noce.
Immergerle, quindi, delicatamente nel sugo.
Lasciarle cuocere per una decina di minuti di minuti e, poi, levare il tegame dal fuoco.
Togliere con delicatezza le polpette dal tegame e versarle nelle scodelle.
Cospargerle di parmigiano grattugiato (o pecorino) e servire subito.

NOTE E CONSIGLI

  • Le quantità di pangrattato e di farina sono puramente indicative, in quanto dipendono dal grado di umidità della ricotta.
  • La ricetta suggerita è la rivisitazione di una preparazione di origine calabrese.
  • La pietanza può essere considerata un primo piatto alternativo o un secondo vegetariano.
0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here