PARFAIT AL CIOCCOLATO FONDENTE

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per la crema chantilly:
250 ml di panna fresca da montare, 30 g di zucchero a velo, ½ bustina di vanillina.
Per la preparazione:
100 g di cioccolato fondente, ½ tazzina di caffè ristretto (o mezzo cucchiaio di caffè solubile).
Per lo sciroppo di zucchero:
1 bicchiere d’acqua, 100 g di zucchero a velo.
Per la crema di uova:
3 tuorli d’uova.
Per decorare:
ciuffi di panna montata e cioccolato a scaglie.

PREPARAZIONE

Preparare la crema Chantilly, montando la panna fresca con lo zucchero a velo e la vanillina.
Sminuzzare il cioccolato fondente.
Metterlo in un pentolino e lasciarlo ammorbidire, a fuoco dolce, con mezzo bicchiere d’acqua.
Unirvi, poi, il caffè ed amalgamare il composto.
A parte, preparare uno sciroppo di zucchero, facendo bollire per un paio di minuti l’acqua assieme allo zucchero, fino a quando quest’ultimo diventerà un caramello leggermente dorato.
Mettere, poi, i tuorli in una ciotola e mescolandoli con una frusta elettrica, ricoprirli, a filo, con lo sciroppo di zucchero caldo, ma non bollente.

Questa operazione servirà a pastorizzare le uova.
Continuare a montare i tuorli, fino a quando il composto, raffreddandosi, diventerà di colore bianco.
A questo punto, incorporare alla crema di uova prima il composto di cioccolato e caffè e, poi, la crema Chantilly.
Tenere presente che quest’ultima va aggiunta, a poco a poco, con un delicato movimento dal basso verso l’alto, in modo da non smontarla.
Foderare uno stampo con la pellicola trasparente e ricoprire con il composto.
Sbattere piano il contenitore, in modo da fare assestare il tutto.
Coprire con la pellicola per alimenti e mettere a raffreddare nel freezer per 5 ore.
Prima di servire, lasciare il contenitore a temperatura ambiente per 15 minuti.
Capovolgere, quindi, lo stampo sul piatto di portata ed eliminare il contenitore e la pellicola.
Decorare con ciuffi di panna montata e cioccolato a scaglie.

NOTIZIE STORICHE E CURIOSITÀ

  • Il termine francese “parfait” significa letteralmente “perfetto”.
  • Nel 1894 la parola entra a far parte del linguaggio culinario e viene utilizzata per indicare un dessert freddo.
  • Si tratta, infatti, di un semifreddo a base di uova, sciroppo di zucchero, panna e l’ingrediente che ne caratterizza il sapore, nel nostro caso il cioccolato fondente.

NOTE E CONSIGLI

  • Lo stampo classico dei parfaits ha una forma cilindrica con la cupola appuntita.
  • In sostituzione utilizzare uno stampo per budini, purché sia abbastanza alto.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.