LASSI AL MANGO

Il lassi al mango è una bevanda tradizionale indiana, ma originaria del Punjab, uno stato nel nord-ovest dell’India.
È molto popolare, oltre che in tutta l’India, anche in gran parte dell’Asia del Sud (soprattutto in Pakistan e nel Bangladesh), dove ciascuna popolazione ha una propria versione del lassi.
Ne esistono varianti salate, zuccherate o speziate.
Il lassi al mango è la bevanda indispensabile per la riuscita di un pasto indiano.
È preparato con “dahi” (yogurt) frullato assieme a mango, latte o acqua.
Può essere preparato con o senza zucchero.
A seconda della versione, si aggiunge poi, ½ cucchiaino da caffè di cardamomo (talvolta sostituito da un mix di spezie indiane chiamato garam masala).
Spesso vengono aggiunti nella stessa bevanda sia lo zucchero che gli ingredienti salati o speziati..
La bevanda viene servita fredda ed ha un grande potere rinfrescante..
In India il lassi viene servito durante i pasti, sia perché grazie al suo contenuto di grassi riesce a spegnere il fuoco dei piatti speziati ai quali si accompagna sia perché favorisce la digestione.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

250 g di yogurt naturale, 2 mango freschi e maturi, 200 ml di latte intero, 4 cucchiai di zucchero di canna, 12 cubetti di ghiaccio (tritati), semi di cardamomo o garam masala q.b. (opzionale).

PREPARAZIONE

Lavare i mango, sbucciarli e dividerli a metà nel senso della lunghezza.
Con un coltello estrarre il nocciolo e tagliare la polpa a dadini.
Raccogliere il succo di mango che scola durante tale operazione.
Trasferire i dadini di mango ed il succo in un mixer.
Frullare alla massima velocità fino ad ottenere una preparazione liscia ed omogenea.
Versare la purea in un contenitore.
Frullare nel mixer lo zucchero di canna, lo yogurt e il latte.

Se gradito, aggiungere i semi di cardammo o un pizzico di garam masala oppure semplicemente un pizzico di sale.
Frullare gli ingredienti ad intermittenza fino ad ottenere una consistenza liscia e vellutata.
Unire il ghiaccio tritato e frullare nuovamente assieme alla purea di mango.
Trasferire il lassi al mango in una caraffa e servirlo subito in lunghi bicchieri.
È facoltativo insaporire la superficie del lassi al mango con semi di cardamomo.

SUGGERIMENTO

Conservare il lassi al mango in frigorifero per non più di un giorno, in modo da servirlo ben freddo.

VARIANTI

  • Sostituire lo yogurt con latte fermentato.
    In questo caso, aumentare la quantità di zucchero, giacché il latte fermentato è meno dolce del latte di mucca.
  • Sostituire lo zucchero di canna con zucchero semolato oppure con del miele.
  • Sostituire il latte di mucca con latte di mandorle o altro latte vegetale.
  • Sostituire il mango con banana o con papaia.

CURIOSITÀ

In India esistono due categorie di lassi: salato e dolce.
Il lassi tradizionale, detto anche lassi salato o semplicemente lassi, e una bevanda salata, preparata con yogurt talvolta aromatizzato con cumino tostato e macinato o con altre spezie.
Il lassi dolce contiene, oltre allo yogurt, frutta e zucchero.
In alcuni paesi asiatici si trova un lassi aromatizzato con acqua di rose, con cumino e perfino con aceto bianco.

NON TUTTI SANNO CHE…

L’origine del lassi è molto antica.
Nei testi del periodo vedico, iniziato alla fine del 2° millennio a.C. e proseguito nei secoli seguenti, venivano già citate alcune bevande a base di latte ed yogurt.
Esse venivano offerte dal popolo agli dei.


VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO

Ricette e Consigli che potrebbero interessarti

Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.