Il Pane Marocchino, chiamato anche “Batbout” è un piccolo pane morbido e saporito, che viene cotto velocemente in padella.
Su una doppia piastra addirittura impiega solo un minuto o due per dorare e riempirsi d’aria.
Infatti, la caratteristica di questo pane consiste nel gonfiarsi come un palloncino durante la cottura, formando una cavità priva di mollica al suo interno.
Ciò lo rende adatto ad essere farcito con ingredienti cotti o crudi,
I pani marocchini sono perfetti come antipasto, per un picnic oppure per un aperitivo rinforzato.
Sono indicati anche per accompagnare carni alla griglia oppure per essere gustati a colazione farciti con burro, marmellata, miele , formaggio spalmabile o crema al cioccolato e nocciole.
A propria discrezione, il pane marocchino può essere modellato di piccole o grandi dimensioni e di vario spessore.
Durante il Ramadan (periodo di digiuno dei musulmani), per esempio, è possibile trovare dei piccoli batbout di appena 5 cm di diametro.

23 Novembre 2023 / Aggiornata il 23 Novembre 2023

Ricetta Pane Marocchino

di FraGolosi

Categoria: Pizze, Focacce e Rustici

Pane marocchino Pane marocchino
  • Tempo di preparazione
    Tempo di Preparazione 20 min più tempi di riposo
  • Tempo di cottura
    Tempo di Cottura 10 min
  • Porzioni
    Porzioni 8
  • Difficoltà
    Difficoltà Facile
  • Costo
    Costo Basso
  • Cucina
    Cucina Marocchina

Pane Marocchino: Ricetta di FraGolosi

Ingredienti, preparazione passo passo, consigli e suggerimenti.

Ogni ricetta è quella giusta!

La ricetta è inserita in queste raccolte, per scoprire nuove ricette:

Ricette dal MondoSfiziRicette con Pane

INGREDIENTI PER CIRCA 18 BATBOUT:

    • 300 g di farina di semola extrafine

    • 300 g di farina bianca

    • 1-2 cucchiai di olio di tornasole (o altro olio leggero)

    • 2 cucchiai di lievito disidratato

    • 10 g di zucchero

    • circa 300-330 ml di acqua tiepida (la quantità esatta dipende dalla capacità di assorbenza delle farine)

Come preparare il Pane Marocchino

Preparazione

Sciogliere il lievito disidratato assieme allo zucchero in una ciotola contenente poca acqua tiepida tolta dalla quantità totale.
Lasciare agire il composto fino al momento dell’utilizzo.
Versare la farina di semola, la farina bianca, lo zucchero, l’olio ed il sale nella ciotola dell’impastatrice.
Inserire il gancio nel robot e mescolare per qualche secondo a velocità 1.
Aggiungere la metà dell’acqua ed iniziare ad impastare per 2 minuti a velocità 2.
Incorporare il lievito ed l’acqua rimasta, impastando per 10 minuti o fino a quando si ottiene una pasta morbida, che si attorciglia attorno al gancio.

Spostare la pasta sul piano di lavoro ed impastarla brevemente per renderla liscia ed omogeneo.
Formare una palla e metterla in una ciotola unta d’olio.
Ungere di olio anche la superficie della pasta per evitare che si asciughi .
Coprire la ciotola prima con la pellicola alimentare e, poi, con un doppio canovaccio.
Lasciare lievitare l’impasto per 90-120 minuti o fino a quando raddoppia di volume, poi sgonfiarlo lavorandolo delicatamente.

Dividere la parte in due porzioni e coprire con un canovaccio quella in attesa di lavorazione.
Trasferire la prima metà di pasta sul piano di lavoro infarinato e spolverarla di semola giacché non deve essere appiccicosa.

Appiattire la pasta con un matterello infarinato fino a raggiungere uno spessore di circa 5 mm.
Con un coppa pasta ritagliare dei dischi della misura preferita ed adagiarli su un canovaccio infarinato.
Noi li abbiamo realizzati di circa 10-12 cm di diametro.

Riprendere la seconda metà dell’impasto ed utilizzare lo stesso procedimento per ricavare dei dischi.
Fare la stessa cosa con i ritagli di pasta.

Una volta pronti tutti i dischi, lasciarli lievitare per altri 30 minuti, coprendoli con un canovaccio.

Trascorso il tempo indicato, scaldare una padella antiaderente su fuoco medio per diversi minuti, fino a quando diventerà ben calda.
Trasferire alcuni dischi di pasta in padella, a partire da quelli realizzati per primi.
Lasciarli cuocere dal primo lato per 10 secondi, poi rigirarli regolarmente ogni 10 secondi fino a quando il pane marocchino si dorerà su entrambi i lati e si gonfieranno, riempendosi d’aria.
Tenere presente che è necessario abbassare la fiamma se i pani si dorano troppo velocemente.
Una volta dorati, togliere i batbout dalla padella e trasferirli via via in un cestino ricoperto con un canovaccio.
Proseguire la cottura degli altri pani marocchini utilizzando la stessa tecnica.
Prima di gustare il pane marocchino, lasciarlo raffreddare.

CONSERVAZIONE DEL PANE MAROCCHINO

I batbout, chiusi in sacchetti ermetici, possono essere conservati per 1-2 giorni in frigorifero o fino a 3 mesi nel congelatore.

0/5 (0 Voti)

Da provare:

ALTRE RICETTE E CONSIGLI

FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove ricette di cucina e piatti tipici e passiamo da una ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Cucinare è un piacere a cui non sappiamo rinunciare. Dalle ricette tradizionali della nonna a quelle più sfiziose e originali passando per quelle più facili e veloci. Condividiamo online le migliori ricette da preparare in casa e se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali social network, ti aspettiamo.

Lascia un commento alla Ricetta Pane Marocchino

Chiedici un approfondimento su come si fa, lasciaci un messaggio e se hai provato la ricetta facci sapere come è andata.

Vai su