Insalata di Cavolo Viola
Insalata di Cavolo Viola
Vota!
5/5 (1 Voto)

L’insalata di cavolo viola è un contorno gustoso e salutare.
Il cavolo viola non solo apporta benessere all’organismo umano, ma è anche perfetto sia per il colore viola adatto a preparazioni scenografiche sia per il gusto deciso e particolare.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per l’insalata: 1 piccolo cavolo cappuccio viola, 1 cucchiaino di zucchero.
Per la citronette: 45 ml di succo di limone filtrato, 70 ml di olio extravergine d’oliva, sale e pepe nero.

PREPARAZIONE

Sciacquare accuratamente il cavolo viola ed asciugarlo.
Rimuovere il le foglie esterne più rovinate ed il torsolo.
Con un coltello ben affilato tagliare il cavolo viola in quattro parti nel senso della lunghezza.
Eliminare la parte centrale del fusto (il cuore), che è di colore bianca e di consistenza legnosa.
Ridurre, poi, il cavolo viola in strisce sottilissime o affettarlo con una mandolina.
Mettere il cavolo viola in una insalatiera.

Preparare, poi, la citronette.
Mescolare il succo di limone con il sale, emulsionandolo con una piccola frusta.
Non appena il sale si sarà disciolto nel succo di limone, aggiungere l’olio ed insaporire con il pepe macinato al momento.
Lavorare rapidamente il composto con una piccola frusta, fino ad ottenere un’emulsione omogenea e leggermente densa.

Versare la citronette sul cavolo viola, unire il cucchiaino di zucchero e mescolare con cura.
Coprire l’insalatiera con la pellicola alimentare e metterla in frigorifero per 1-2 ore in modo da permettere a tutti i sapori di amalgamarsi.
Sarebbe addirittura preferibile preparare l’insalata di cavolo viola la sera precedente, perché il gusto si intensificherebbe dopo una notte passata in frigorifero.
Quindici minuti prima di servire l’insalata di cavolo viola, estrarla dal frigorifero ed eliminare la pellicola trasparente.
Lasciarla riposare l’insalata di cavolo viola a temperatura ambiente, poi servirla.

VARIANTI

  • Sostituire il succo di limone con succo di arancia filtrato.
  • Arricchire l’insalata di cavolo viola con frutta secca (noci, mandorle, pinoli, uva passa, etc.).
  • Insaporire l’insalata di cavolo viola con pezzetti di acciughe, olive taggiasche, capperi e/o erbe aromatiche.
  • Unire all’insalata di cavolo viola dei pezzetti di mela a pasta dura ed acidula
    (Renetta, Annurca, Granny Smith, Fuji, etc.).
    In alternativa, aggiungere all’insalata di cavolo viola dei pezzetti di pera, di arancia, di mandarino, di clementina oppure acini di uva fresca, etc.
  • Infine, è possibile arricchire l’insalata di cavolo viola con pezzetti di formaggio.

QUALCHE NOTIZIA SUL CAVOLO VIOLA

Il cavolo (Brassica oleracea) è una pianta appartenente alla famiglia delle Brassicaceaea.
Ne esistono numerose varietà.
Una di esse è il cavolo cappuccio viola (Brassica oleracea var. capitata f. rubra).
A differenza del comune cavolo cappuccio, quello viola presenta una colorazione viola dovuta alla presenza di antociani, una classe di pigmenti idrosolubili appartenente alla famiglia dei flavonoidi.
Il colore di questi pigmenti dipende per lo più dall’acidità del suolo (PH).
Pertanto, i cavoli nati in terreni acidi hanno foglie di colore rosso, quelli nati in terreni alcalini hanno foglie di colore viola.

I cavoli viola ancora oggi sono poco conosciuti.
Sono più famosi e consumati il cavolo cappuccio verde e quello rosso.
Tuttavia la notorietà di questi ultimi ortaggi nulla toglie alle proprietà nutrizionali e ai benefici che il cavolo viola, assieme a quello verde e a quello rosso, apportano alla salute umana.
Il cavolo viola è ricco di carotenoidi antociani, che hanno azione antiossidante.
Gli antociani conferiscono al cavolo il colore viola e, nel contempo, aiutano a combattere i radicali liberi.

Il cavolo viola ha un alto contenuto di vitamine A e C, di selenio, di potassio e di fibre.
Tra le numerose proprietà dell’ortaggio ricordiamo quelle antinfiammatorie, antiossidanti, rigenerative,
Ad esse si aggiungono i benefici di abbassare la pressione sanguigna, di ridurre il colesterolo, di favorire il transito intestinale, di ridurre le patologie cardio-circolatorie, di abbassare l’acido urico.
Inoltre, elemento di non poca importanza, il cavolo viola non fa ingrassare giacché contiene solo 20 calorie per 100 g di prodotto.
Per questo motivo può essere inserito nelle diete ipocaloriche.

La maggior parte della gente ha l’abitudine di consumare il cavolo viola crudo, in particolare in piatti come le insalate, nelle quali l’aggiunta di succo di limone serve a conservare il colore viola dell’ortaggio.
Tuttavia occorre tenere presente che il cavolo viola
è ottimo anche cotto.

5/5 (1 Voto)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here