Cappelletti Romagnoli ai Formaggi
Cappelletti Romagnoli ai Formaggi
Vota!
0/5 (0 Voti)

I Cappelletti Romagnoli ai Formaggi sono un tipo di pasta ripiena tipica della Romagna.
La Ricetta, gli Ingredienti e i Consigli.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

Per l’impasto:
400 g di farina, 4 uova medie, ½ cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale.
Per il ripieno:
250 g di ricotta di pecora (o vaccina a seconda delle preferenze), 250 g di squacquerone (o cacio raviggiolo o stracchino), 80 g di parmigiano grattugiato al momento, 1 tuorlo d’uovo, 1 pizzico di noce moscata.

PREPARAZIONE

Disporre la farina sulla spianatoia e formare la classica fontana.
Versare al centro della fontana il sale e le uova precedentemente sbattute.
Ne occorreranno 3 o 4 a seconda di quante ne assorbirà la farina.
Aggiungere l’olio e cominciare a raccogliere la farina prima con una forchetta e, poi, con le mani.
Continuare ad impastare per un decina di minuti, fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico.

Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola alimentare e lasciarlo riposare per un’ora a temperatura ambiente.
Nel frattempo, lasciare sgocciolare in un colino la ricotta per 20-30 minuti, in modo che perda tutto il siero.
Metterla, poi, in una terrina ed unire il mezzo tuorlo, lo squacquerone ed il parmigiano.
Lavorare il composto con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un ripieno ben amalgamato e consistente.
Nel caso in cui la farcia dovesse risultare ancora morbida, aggiungere dell’altro parmigiano.
Assaggiare il composto nel caso in cui fosse necessario correggerlo di sale.

Coprire, poi, la terrina con la pellicola trasparente e lasciare rassodare la farcia in frigorifero fino al momento di adoperarla.
Trascorso il tempo di riposo dell’impasto, riprenderlo e dividerlo in due parti.
Ricoprire una metà con la pellicola trasparente, in modo da mantenerla morbida.
Stendere l’altra metà con il matterello, dopo aver cosparso di farina la spianatoia.
Una volta ottenuta una sfoglia sottile, con l’aiuto di un tagliapasta dentellato ricavare dei dischetti di circa 6 cm di diametro.

Distribuire su ogni dischetto un cucchiaino di ripieno, poi piegare ciascun disco a metà, sigillando bene i bordi.
Riunire, quindi, le due estremità delle mezzelune.
Proseguire allo stesso modo con la seconda metà dell’impasto.
Adagiare i cappelletti su un canovaccio infarinato, distanziandoli tra di loro, poi farli asciugare.
Questo formato è consigliabile per una preparazione a base di brodo di cappone (o di carne).

NOTA

I cappelletti romagnoli ai formaggi sono una tipologia di pasta ripiena tipica della Romagna.
Possono essere preparati in due diversi formati.
Il primo si ottiene tagliando la sfoglia in dischi di circa 6 cm, che andranno ripiegati a mezzaluna, per poi unire le due estremità.
È questa la forma descritta da Pellegrino Artusi, nella ricetta n° 7 “Cappelletti all’uso di Romagna” tratta dal suo libro “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene”.
L’altro formato si ricava tagliando la sfoglia in quadrati, che andranno piegati in modo da formare dei triangoli, le cui estremità verranno poi sigillate.

In entrambi i casi si otterrà una forma somigliante ad un cappello, da cui il nome “cappelletti (caplet in dialetto romagnolo”.)
Per quanto riguarda la farcia, ogni famiglia romagnola segue una propria ricetta tramandata di generazione in generazione.
C’è chi prepara un ripieno a base di soli formaggi e chi lo realizza con carni varie (lombo di maiale, petto di tacchino o di pollo, polpa di vitello, etc.).
Ognuno scelga gli ingredienti del ripieno a proprio piacimento.
Noi abbiamo voluto realizzare i Cappelletti al formaggio e ne siamo rimasti entusiasti!

0/5 (0 Voti)

RICETTE SIMILI E CONSIGLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here