Calamari Ripieni di Patate

5/5 (2 Voti)
Vota

I Calamari Ripieni di Patate sono un secondo piatto di mare, che viene apprezzato per il suo gusto squisito e raffinato.
La farcia viene realizzata con una purea di patate nella quale vengono incorporati uovo, pangrattato, formaggio grattugiato e un composto a base di gamberetti, pasta di acciughe, ali e tentacoli dei calamari passati al mixer.
I calamari ripieni di patate vengono, poi, cotti in padella assieme a dei pomodorini.
La ricetta non presenta alcuna difficoltà.

10 Ottobre 2019 / Aggiornata il

Ricetta Calamari Ripieni di Patate

di FraGolosi

Categoria: Secondi

Calamari Ripieni di Patate Calamari Ripieni di Patate
  • Tempo di preparazione
    Tempo di Preparazione 20 min
  • Tempo di cottura
    Tempo di Cottura 55 min
  • Porzioni
    Porzioni 4
  • Difficoltà
    Difficoltà Media
  • Costo
    Costo Medio
  • Cucina
    Cucina Italiana

Ingredienti per 4 persone

Calamari Ripieni di Patate Ricetta

Preparazione

Lavare le patate e lessarle con la buccia per 30 minuti, a partire dall’acqua fredda.
Nel frattempo, pulire i calamari, tirando delicatamente le teste in modo da estrarre le viscere.
Rimuovere gli occhi, il becco corneo ed estrarre l’osso cartilagineo sottile e trasparente che si trova all’interno dei calamari.
Durante le operazioni di pulizia, mettere da parte i tentacoli e le ali.
Eliminare la pelle delle sacche, lasciandole intere.
Lavare accuratamente le ali, le sacche e i tentacoli, poi asciugarli tamponandoli con carta assorbente da cucina.
Tritare i tentacoli e le ali.

Ultimata la cottura delle patate, pelarle ancora calde e passarle con lo schiacciapatate.
Versare la purea in una ciotola, incorporare il latte tiepido, l’uovo, il burro, il pangrattato ed il parmigiano.
Aggiustare di sale e di pepe.
Mescolare accuratamente, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Sciacquare i gamberetti, asciugarli e saltarli in padella per 3 minuti in 2 cucchiai di olio assieme al trito di tentacoli ed ali.
Salarli, peparli e sfumarli con ½ bicchiere vino bianco.
Lasciarlo evaporare a fuoco vivace, poi spegnere la fiamma.

Frullare in un mixer i gamberetti, il trito di calamari e la pasta d’acciughe (o 4 acciughe sott’olio sgocciolate).
Incorporare il composto nella purea di patate e mescolare con cura.
Con un cucchiaino da caffè o un sac à poche senza bocchetta farcire con il ripieno ciascuna sacca dei calamari.
Via via spingere la farcia verso il fondo della sacca riempendola fino a 2 cm dal bordo.
Chiudere l’apertura con uno stuzzicadenti.

Una volta farciti tutti i calamari, punzecchiare le sacche con uno stuzzicadenti in modo che non scoppino durante la cottura.
Versare un po’ d’olio in un’ampia padella e farvi rosolare i calamari fino a quando si saranno dorati in modo uniforme.
Occorrerà all’incirca 1 minuto per lato.
Insaporirli di sale e di pepe, poi bagnarli con il vino bianco rimasto.
Lasciare evaporare la componente alcolica, quindi unire un paio di mestoli di acqua calda (o di brodo) e lasciarli cuocere, a padella coperta e a fuoco dolce , per circa 15 minuti.

Girare i calamari ripieni ad intervalli regolari.
Intanto, sciacquare i pomodorini e dividerli a metà.
A cottura quasi ultimata dei calamari ripieni con patate, togliere il coperchio ed unire i pomodorini.
Lasciarli cuocere giusto il tempo occorrente perché il liquido di cottura in eccesso evapori.
Trasferire i calamari su un piatto da portata, distribuendo qua e là i pomodorini.
Servire subito.

La Newsletter di FraGolosi

Iscriviti Gratis e resta aggiornato su ricette, cucina e consigli!

FraGolosi

Dal 2008 ogni giorno pubblichiamo nuove Ricette di cucina e Piatti tipici e passiamo da una Ricetta all'altra perchè adoriamo la buona cucina! Cucinare è un piacere a cui non sappiamo rinunciare. Se vuoi saperne di più su come fare una ricetta piuttosto che un'altra questo è il posto giusto. Condividiamo online le migliori ricette da preparare in casa e se anche tu hai la nostra stessa passione continua a seguirci, ci trovi sempre qui e sui principali Social Network, ti aspettiamo :-)

Lascia un commento alla ricetta

Vai su