SAVARIN DI RISO AI CARCIOFI

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

Per i savarin:
250 g di riso superfino, 5 carciofi, 1 grossa noce di burro, 1 spicchio d’aglio, 1 scalogno, brodo vegetale, ½ bicchiere di vino bianco secco, 50 g di parmigiano grattugiato, olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
Per decorare:
mandorle tostate.

PREPARAZIONE

Lavare i carciofi ed eliminare le foglie esterne più dure.
Allargare le foglie rimaste e rimuovere la barbetta interna.
Tagliarli a fettine sottili e metterli a bagno in acqua acidulata con limone per 30 minuti.
Trascorso questo tempo, metterli a sgocciolare.
Pulire lo scalogno, tritarlo finemente e metterlo in un tegame antiaderente assieme allo spicchio d’aglio.
Unire la noce di burro, qualche cucchiaio di olio e lasciarli appassire, senza che prendano colore.
Togliere l’aglio appena imbiondirà leggermente.
Fare rosolare i carciofi, aggiungendo, di tanto in tanto, qualche cucchiaio di brodo vegetale.
Dopo una decina di minuti, unire il riso e lasciarlo tostare per qualche minuto. Sfumare con il vino bianco e lasciare evaporare l’alcool.
Coprire con un coperchio e portare, quindi, il riso a cottura, aggiungendo, via via, qualche mestolino di brodo caldo.
A fine preparazione, condire il risotto con il parmigiano grattugiato.
Ungere di olio (o di burro) gli stampini per savarin.
Riempirli di riso e pressare bene in maniera tale da non lasciare dei buchi all’interno.
Sformarli su un piatto da portata e decorarli con mandorle tostate, sminuzzate grossolanamente.
Servire subito.

NOTA:
In alternativa agli stampini è possibile utilizzare un unico stampo grande da savarin.
In questo caso posizionare al centro un carciofo.

VOTA LA RICETTA O IL CONSIGLIO



Prima di andar via commenta la Ricetta o il Consiglio ↓

Lasciami un commento alla ricetta o al consiglio che hai trovato qui. Chiedimi un parere o racconta come è andata, proponi una variante o semplicemente lascia un saluto!

L'indirizzo email non verrà pubblicato.